Martedì, 19 Ottobre 2010 16:37

“Fare inte(g)razione". XIII convegno nazionale dei centri interculturali

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

PADOVA - Si svolgerà a Padova, dal 28 al 29 ottobre, il XIII convegno nazionale dei centri interculturali “Fare inte(g)razione tra enti locali, scuola e comunità”. Un’occasione di incontro e confronto, per fare il punto sull'integrazione in Italia, a partire dalla scuola.

L'evento, organizzato dall'Assessorato alle Politiche scolastiche ed educative del Comune di Padova, in collaborazione con il centro COME di Milano, il centro interculturale di Torino e il centro documentazione di Arezzo, fondatori nel 1998 della Rete nazionale dei Centri interculturali, partirà dalla scuola vista come “laboratorio primario di integrazione interculturale, in cui le nuove generazioni crescono e imparano a stare assieme”.

Il convegno vuole affrontare il processo interculturale portando alla luce le esperienze positive. In opposizione ai media, soprattutto televisivi, che si limitano a citare episodi di violenza o storie di fallimento e di emarginazione. Molti gli esperti che interverranno per parlare di cosa sono i centri interculturali e di come fare integrazione sui territori e nelle città. Apriranno il convegno, giovedì 28 ottobre, Graziella Favaro, del centro COME e della Rete nazionale dei Centri interculturali, Maurizio Ambrosini, sociologo dell’Università di Milano, Enzo Pace, sociologo dell’Università degli studi di Padova, Tahar Lamri e Riccardo Staglianò, giornalisti e scrittori.

Saranno presenti anche Fabio Geda e Enaiatollah Akbari, autore e protagonista della storia narrata nel libro “Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari” (Edizioni Baldini Castoldi Dalai 2010). Saranno intervistati, venerdì 29 ottobre, da Vinicio Ongini, Ufficio Integrazione Ministero Istruzione Università e Ricerca, esperto di lettura e letteratura per ragazzi.

Ma cosa sono i centri interculturali? Sono luoghi, istituzionali o del privato sociale o “misti”, che fanno dell'intercultura un progetto da condividere e un programma di lavoro; costruiscono nei territori dialogo e incontro tra persone di culture diverse attraverso interventi di formazione, la promozione di occasioni di scambio e di conoscenza reciproca, percorsi di cittadinanza e progetti innovativi; promuovono la fondamentale sinergia tra istituzioni e le numerose realtà del non profit (associazioni e cooperative) impegnate quotidianamente sui temi.

Last modified on Martedì, 19 Ottobre 2010 17:47

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Arte. Il “Cencio” di Milo Manara e la Madre di Dio sotto il cielo di Siena

SIENA - Il grande filosofo Friedrich Nietzsche sosteneva che ogni verità è curva e Milo Manara l'artista che ha dipinto il Palio dedicato alla Madonna Assunta in cielo del 16...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]