Venerdì, 08 Giugno 2012 16:22

Terapie avanzate, aperta la consultazione sui farmaci fino al 31 luglio 2012

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il documento chiarisce la base giuridica per la classificazione dei medicinali


ROMA - L’Agenzia Europea dei Medicianali (EMA) ha redatto un documento di riflessione sulla classificazione dei medicinali per terapie avanzate destinato alla consultazione pubblica. Il reflection paper, disponibile online, chiarisce la base giuridica per la classificazione dei medicinali come terapie avanzate e fornisce informazioni su come questi farmaci vengono classificati come terapia genica, terapia cellulare somatica, ingegneria dei tessuti o farmaci combinati.

Il documento riporta, inoltre, le informazioni necessarie per la domanda di classificazione.
All'interno dell’EMA, il comitato per le terapie avanzate è responsabile dell’emissione di pareri sulla possibilità per un farmaco di essere classificato come terapia avanzata.
Il documento di riflessione è aperto ai commenti fino al 31 luglio 2012, che possono essere inviati all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..


Per ulteriori informazioni CLICCA QUI

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]