Lunedì, 09 Luglio 2012 09:33

Internet. Si rischia lunedì nero per il web

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

WASHINGTON - Il rischio oggi per più di 400mila computer in tutto il mondo, oltre 26mila in Italia è di rimanere offline. Una giornata questa che potrebbe essere ricordata come una sorta di lunedì nero del web.

L'allarme scaturisce da un virus il «Dns Changer»,  che potrebbe aver infettato un numero imprecisabile di pc fino ad ora collegati alla rete grazie ad un server temporaneo messo a disposizione dall'Fbi, ma che verrà spento proprio oggi, mettendo a rischio migliaia di computer in diversi Paesi, tra cui circa 69mila computer negli Stati Uniti, quasi 20mila in Gran Bretagna.

Il virus in questione è stato ovviamente creato per truffare gli utenti, convertendo i nomi dei siti web in indirizzi IP e viceversa, interferendo con il sistema Dns, dirottando il traffico verso siti illegali e compromettendo la sicurezza del computer. 

Un utente insomma clicca su un sito per usufruire dei servizi, ma il virus lo conduce a sua insaputa su pagine false da cui si possono rubare i dati personali. Sette hacker sono stati arrestati in Russia per aver creato il Dns ed estradati negli Usa. 

L'Fbi, per consentire agli utenti di navigare, aveva reindirizzato il loro traffico su server 'puliti. Ma questi server saranno spenti proprio oggi e chi non ha provveduto ad eliminare il virus dal suo computer rischia di rimanere senza connessione. 

Il consiglio dell'Fbi è fare un check-up del proprio pc andando sul sito www.dcwg.org, clicccando sul Paese di interesse, aspettando il controllo del computer. Si consiglia poi di utilizzare gli strumenti che lo stesso sito mette a disposizione per ripulire il pc dall'eventuale infezione.

Last modified on Lunedì, 09 Luglio 2012 09:47

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]