Mercoledì, 19 Settembre 2012 17:40

Centomila Poeti per il Cambiamento a Genova

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

GENOVA - Il 29 settembre 2012 si terrà a Genova, presso la Loggia degli Abati - a Palazzo Ducale - uno degli eventi dell'iniziativa internazionale Centomila Poeti per il Cambiamento (100 Thousand Poets for Change).

Si tratta di un presidio di poesia, musica e civiltà per la pace, i diritti umani, il rispetto dei popoli e dei migranti, la libertà di pensiero ed espressione, la cura del mondo naturale in cui viviamo. L'evento globale, creato dai poeti americani Michael Rothenberg e Terri Carrion nel 2011, si svolgerà quest'anno in più di 700 città del mondo. L'happening di Genova, patrocinato dall'UNICEF, dal Comune di Genova, dal Consolato dell'Ecuador e da altri enti culturali ed etici, presenterà reading e performance di poeti noti e di esponenti della nuova generazione della poesia. Le adesioni dei Poeti per i Diritti Umani e della World Artists Initative "Khetanes" danno il crisma dell'internazionalità anche all'evento di Genova. I poeti che aderiscono, infatti, provengono, oltre che dal nostro Paese, da Francia, Spagna, Regno Unito, Olanda, Romania, Albania, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Belgio, Svizzera, Turchia, India, Australia, Canada, Stati Uniti e altre nazioni.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]