Mercoledì, 02 Febbraio 2011 16:41

ProCetto Breve

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Qualunquemente torna il processo breve, lo ha annunciato Alfano in questi giorni da Bruxelles, e ci vuole proprio il pelo - sullo stomaco, non ad Arcore- per simili proposte, la legge era già passata in Senato, dice, sarà rimessa in calendario alla Camera.

Berlusconi è ormai lo zimbello, il Re Sole, per cui, c'è da aspettarselo, nascerà l'ennesima rivoluzione del Mediterraneo, quella "du pilo" appunto, e non quella popolare. Come scriveva la Jena sulla Stampa "Gli egiziani pensano a Mubarak e si ribellano, i tunisini pensano a Ben Ali e si ribellano, gli albanesi pensano a Berisha e si ribellano, gli italiani pensano a Berlusconi e si masturbano".


Un onorevole del Pdl alla Camera, da letto, era a riguardo intento sul suo iPad nella ricerca di qualche escort, lo ha immortalato in una foto d'autore Oggi, l'immagine sarà certamente nei libri di storia dei nostri figli.
E' l'Italia di Cetto La Qualunque, candido e rozzo personaggio partorito della fulgida mente di Antonio Albanese: ndranghetista, politico, machista e puttaniere, delle sue donne sottomesse e dei suoi figli sfruttati. Attorno restano le briciole di un regime, di manipolati, di traditori e di servi. Personaggi come la Santanché, ospite da Mentana, che con la scusa dell'anello mostra l'ennesimo dito medio - alla Litizzetto -, il premio riservatole è stato di votarla a coordinare il Pdl per la manifestazione contro i giudici. Sono le proteste dell'Italia di Cetto, contro i giudici, non per il lavoro, l'uguaglianza e tutte queste belle cazzate qua. Poi c'è chi prega. Iva Zanicchi, dopo la zuffa di Berlusconi con Gad Lerner su la Sette, ha detto addirittura di aver pregato per Silvio, amazing: “Berlusconi sicuramente doveva essere più accorto, non è possibile fare entrare chiunque in casa propria. Ma io credo a quello che dice. Io sono una fervente cattolica e vado tutte le domeniche a messa. Domenica scorsa, credetemi, ho pregato per il pool di Milano, per la signora Bocassini, perché lo spirito santo possa aiutarli in questo lavoro difficilissimo".


Sallusti intanto con il suo Giornale delle paludi è stato più pratico: anziché andare in chiesa è andato da un membro del Csm, e il fango come per Boffo, Mesiano, Fini, Saviano è arrivato anche in faccia alla Boccassini.
Fanno proprio pena.  Sul fronte dei cattolici non va dimenticato: Casini Pierferdinando, il cui gerundivo è sempre in essere, non si è ancora dimesso e nessuno glielo ha detto, poiché è ancora vitale per l'antiberlusconismo del nascondino, ovvero quello del terzo polo con il buco dentro. Casini, ricorda Grillo, disse che si sarebbe "assunto la responsabilità politica" della candidatura di Cuffarò "di fronte al paese". Bibbia alla mano Cuffarò è a Rebibbia per mafia, ma si è preso anche gli elogi pubblici e privati di stimati giornalisti come Telese del Fatto, e Gangemi della Stampa, o di ministri come Alfano, un caso nazionale a dire il vero. Per l'ex governatore nell'opinione pubblica all'ultimo è valsa la grande "dignità" , non la grande mafiosità, così: accettare una condanna dopo tre gradi di giudizio è diventata davvero un'anomalia di Stato. Sul versante Fli Barbareschi fa il trasformista, va ad Arcore, torna, dice: ci sono foto di professionisti su quelle feste.Torna da Fini, e poi si scopre che va su Raitre, a fare appunto il trasformista.


Tornando al caimano, prime delle liasons dangereus sul Corriere con quel "sovversivo" di Bersani (Cicchitto dixit),  negli ultimi video show ai promotori, pardon procacciatori, della libertà disse che il Pd voleva inserire la patrimoniale, parola astrusa e inquietante: è un prelievo forzato da tutti i conti per risanare il debito pubblico. Sappiamo oggi che invece l'idea è di Tremonti, lo hanno scoperto Enrico Letta  e Causi del Pd.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]