×

Attenzione

JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/vhosts/dazebaonews.it/httpdocs/images/TEXACO

×

Avviso

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/TEXACO

Mercoledì, 20 Novembre 2013 18:36

Roma. Ambasciata dell'Ecuador. Mostra “De camino hacia la verdad”, sul caso Chevron-Texaco

Scritto da
Rate this item
(2 votes)

ROMA - L’Ambasciata dell’Ecuador in Italia è lieta comunicare l’apertura della sua sede al pubblico, in occasione della mostra “De camino hacia la verdad”, testimonianza fotografica sul caso Chevron-Texaco in Ecuador.

La mostra presenta immagini dell’ Amazzonia ecuadoriana contaminata dai versamenti di residui di petrolio durante le estrazioni ad opera dell’impresa Texaco ora Chevron. A completare il report visivo si aggiungono i suggestivi ritratti dei testimoni de ll’ inquinamento. Con l’occasione sono rese disponibili brevi pubblicazioni gratuite sulla storia del Caso Chevron-Texaco in Ecuador e nel mondo. Dal 1964 al 1992 la società Texaco, assorbita nel 2001 dalla società Chevron, si è resa responsabile dei danni ambientali e alla popolazione, contaminando acqua, terreno e aria.

Nel 1993, le popolazioni locali si organizzarono creando un Fronte di Difesa dell’Amazzonia per esigere il risarcimento per il danno subito. Così ha avuto inizio una lunga storia giudiziaria che ancora non si è conclusa con un risarcimento, sebbene nel 2011 una Corte Ecuadoriana abbia emesso una sentenza di condanna contro la Chevron-Texaco.

La vicenda prosegue ora davanti alla Corte Permanente di Arbitrato dell’Aia di fronte al quale la società ha portato lo Stato Ecuadoriano - estraneo alla vicenda giudiziaria - ma solo parte di un trattato Bilaterale siglato con gli Stati Uniti nel 1993, un anno dopo la conclusione dell’attività della Chevron-Texaco in Ecuador.

Il progetto “Porte Aperte” in Ambasciata intende quindi presentare – attraverso un attento lavoro fotografico – la situazione in cui versano l’ambiente e le comunità che vivono nelle zone colpite, lasciando al contempo la possibilità di approfondire il tema attraverso la voce degli ecuadoriani, nella “casa” dell’Ecuador a Roma.

Il progetto è parte della campagna internazionale “la mano sporca di Chevron” lanciata dal Presidente della Repubblica dell’Ecuador, Rafael Correa, per denunciare i danni causati da Chevron-Texaco in Ecuador e in molti altri Paesi nel mondo.

Porte Aperte – “De camino hacia la verdad”. Testionianza fotografica sul caso Chevron-Texaco in Ecuador

Venerdi 22 novembre dalle 10 alle 17

Ambasciata dell’Ecuador in Italia

Via A. Bortoloni 8, Roma (zona Parioli) Ingresso gratuito

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / +39 06 89672820

{gallery}TEXACO{/gallery}

Last modified on Mercoledì, 20 Novembre 2013 20:44

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Rinnovamento scientifico: il binomio sicurezza e sostenibilità

Rinnovamento scientifico: il binomio sicurezza e sostenibilità

Laboratori scientifici in prima linea, l’importanza della ricerca e dello sviluppo 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]