Giovedì, 16 Gennaio 2014 15:20

Campagna di COOPI per salvare dalla malnutrizione severa 4.000 bambini in Niger

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Al via la campagna di COOPI per salvare dalla malnutrizione severa 4.000 bambini in Niger. SMS solidale al 45501 fino al 27 gennaio 2014

In Niger - uno degli ultimi dieci Paesi al mondo per PIL procapite dove frequenti periodi di siccità causano gravi crisi alimentari - la malnutrizione cronica colpisce 1 bambino su 2.

Qui 1 bambino su 4 muore proprio a causa di alimentazione povera e precarie condizioni di salute.

Per salvare dalla malnutrizione circa 4.000 bambini che vivono nel distretto di Tillabéry nel Sud Ovest del Niger, fino al 27 gennaio l’ong COOPI promuove una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale al 45501 proseguendo così l’attività iniziata con successo nel 2012.

I fondi raccolti serviranno a finanziare un progetto integrato di presa in carico della malnutrizione infantile che prevede sia interventi di tipo sanitario, sia attività psicosociali in grado di coinvolgere e stimolare i bambini malnutriti e le loro mamme.

A differenza di altre malattie, gli effetti della malnutrizione non sono immediatamente visibili ma perdurano negli anni con conseguenze drammatiche sia a livello fisico che sociale.

Un bambino che non riceve la giusta quantità di micronutrienti nei primi 1.000 giorni di vita rischia infatti di sviluppare ritardi motori, neurologici e cognitivi che ne precludono la corretta crescita. É alto il rischio che un bambino malnutrito abbia minori capacità di apprendimento e quindi minori possibilità di ottenere un lavoro, con ricadute negative non solo per se stesso ma anche la comunità in cui vive. Un danno gravissimo che per essere evitato richiede un intervento urgente entro il secondo anno di età.

Insieme ai bambini, sono le mamme a rappresentare l’altro gruppo altamente vulnerabile. Una mamma malnutrita con molta probabilità metterà al mondo un bambino a sua volta malnutrito, non potrà produrre latte in qualità e quantità sufficienti e di conseguenza dovrà ricorrere a bevande meno nutrienti.

Un circolo vizioso - e pericolosamente diffuso - che COOPI sta cercando di spezzare attraverso la campagna “Insieme x 100.000”, lanciata nel 2011 per salvare dalla malnutrizione 100.000 bambini in Etiopia, Somalia, Repubblica Democratica del Congo, Ciad e anche in Niger.

I risultai raggiunti in questi anni sono positivi e incoraggianti: il 70% dei bambini malnutriti ha ricevuto le cure necessarie con un tasso di guarigione pari al 97%. Salvare dalla malnutrizione 4.000 bambini e completare così l’attività iniziata in Niger nel 2012 si traduce ora nell’obiettivo concreto di 100.000 euro di raccolta fondi.

Con il ricavato COOPI, oltre a garantire cibo di emergenza e a supportare il personale sanitario locale, costruirà un centro ricreativo dove i bambini malnutriti potranno sperimentare attività ludiche che favoriscano il loro sviluppo cognitivo e muscolare.

Il progetto aderisce al protocollo di presa in carico della malnutrizione acuta elaborato dal governo nigerino in collaborazione con l’OMS. Protocollo che suggerisce un approccio integrato alla malnutrizione includendo la stimolazione psicosociale del bambino per evitare conseguenze permanenti a livello cognitivo e per prevenire la stessa malnutrizione acuta e severa.

Per questa iniziativa COOPI può contare sul sostegno di Camila Raznovich che ha prestato la sua immagine per la campagna di comunicazione.

Numero di SMS solidale: 45501

Periodo: 12-27 gennaio 2014

Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da tutti i cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca e per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT. Sarà di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Fastweb e Infostrada.

 

COOPI - Cooperazione Internazionale è un’organizzazione umanitaria italiana, laica e indipendente che lavora per un mondo senza povertà. Assiste le popolazioni in caso di emergenza e contribuisce allo sviluppo delle comunità locali. È attualmente presente in 24 Paesi con 205 progetti, 121 espatriati e 4.500 operatori locali.

Dal 1965 ha aiutato 80 milioni di persone, in 53 Paesi, impiegando 50.000 operatori locali in 1.300 progetti

Da anni COOPI è impegnata con varie attività e diversi progetti legati alla nutrizione nei Paesi del Sud del mondo, nella convinzione che combattere la fame è il presupposto fondamentale e da cui è impossibile prescindere per la riduzione della povertà.

www.coopi.org

Malnutrizione

Al mondo 1 miliardo e 200 mila persone soffre di malnutrizione e tra questi i bambini sotto i 5 anni sono 56 milioni (Dati FAO 2009). Questa malattia è all’origine della vulnerabilità delle popolazioni che vivono in condizioni di povertà. Un povero apporto nutritivo contribuisce infatti al 53% dei decessi tra i bambini sotto i 5 anni.

COOPI effettua regolarmente sui bambini i controlli necessari a identificare lo stadio della malattia e di conseguenza le modalità di trattamento. La Malnutrizione Severa è lo stadio più grave che, se non trattato, porta alla morte e prevede l’immediato ricovero del bambino; è spesso causata da altre patologie, come la diarrea, che indeboliscono il bambino e lo rendono maggiormente vulnerabile alle malattie. La Malnutrizione Moderata è la forma più leggera che non prevede il ricovero, ma la sola fornitura di generi alimentari di emergenza. La denutrizione nei Paesi in via di sviluppo, soprattutto nell’Africa sub-sahariana, porta un bambino su 6 a nascere sottopeso, rischiando morte, ritardo mentale, salute cagionevole e cecità (Dati OMS, Nutrition).

Gli interventi di nutrizione promossi da COOPI durano solitamente 12 mesi e si rinnovano di anno in anno. In questi progetti COOPI non interviene mai in sovrapposizione alle strutture sanitarie locali ma in sinergia con esse. Le attività legate alla nutrizione consistono prevalentemente nella creazione di strutture appropriate presso i centri sanitari già presenti e la messa in atto di programmi terapeutici, di monitoraggio e di stabilizzazione nutrizionale.

COOPI

Via de Lemene 50, 20151 Milano

rif. Daniela Aprile

tel. 02 3085057

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teat…

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teatro Vittoria di Roma

Il patatrac è fatto! Il dissenso per la decisione di chiudere cinema e teatri è stato espresso, in questi giorni, da tante voci della cultura di grande risonanza e da...

Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria - avatar Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Grazie alle competenze dei ricercatori, e soprattutto alla multidisciplinarietà del gruppo di ricerca diretto dal Nefrologo, Dr Renzo Bonofiglio, in questi anni presso il Centro di Ricerca, collocato all’interno della...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]