Sabato, 25 Gennaio 2014 09:48

Start up, una scelta coraggiosa

Scritto da
Rate this item
(2 votes)
da sinistra Vincenzo Cannata, Simone Panfilo e Laura Angius da sinistra Vincenzo Cannata, Simone Panfilo e Laura Angius

Intervista ad un giovane imprenditore che ha messo in piedi con due soci il sito Lovethesign.com

MILANO - Ci vuole molto coraggio. E’ quasi una scelta “eroica” quella di tre giovani con un contratto a tempo indeterminato, licenziarsi e creare dal nulla una start up. Scelta coraggiosa in un momento di profonda crisi economica, di drammatico vuoto politico e istituzionale in Italia.

Eppure ci sono italiani intraprendenti, che scommettono sul lavoro in proprio esponendosi a rischi e incognite. Questa è l’Italia che ci piace. Proprio per sottolineare il coraggio di queste persone abbiamo incontrato Vincenzo Cannata, 35 anni, sposato con due figli. Neo imprenditore insieme a due soci, Simone Panfilo e Laura Angius, nel fiorente settore dell’e-commerce. Nato in Sicilia, risiede da tempo a Milano. Per molti anni ha lavorato in aziende che si occupavano di telefonia accumulando una notevole esperienza nonostante la giovane età. Il sito di e-commerce Lovethesign.com è attivo dal 2012 ed è focalizzato sull’arredo, la moda e il design con oltre 6mila prodotti in vendita. Ogni giorno oltre 300mila persone visitano il sito. Abbiamo incontrato Vincenzo Cannata a Milano.

Com’è nata l’idea di creare un sito di e-commerce nel settore dell’arredamento?

Ci siamo resi conto che l'home design italiano non aveva lo spazio che meritava nel canale e-commerce. Ai tempi (poco più di un anno fa), se un amante di un certo tipo di 

arredamento avesse voluto acquistare dei prodotti di arredamento per la casa online  avrebbe dovuto forzatamente rivolgersi a e-commerce esteri: in pratica consumatore  italiano avrebbe dovuto comprare il design italiano attraverso un e-commerce statunitense 

o inglese. Paradossale no? Abbiamo quindi pensato di fondere le nostre due passioni, l'e-commerce ed il design, e combinarle per ottenere lovethesign.com, anche grazie ad un team di collaboratori veramente fantastico.

All’inizio c’è stato un sito che è stato un vostro punto di riferimento? O avevate già le idee chiare sul tipo di grafica e immagini da impiegare?

Non ci sono stati dei punti di riferimento esclusivi, ma alcune ispirazioni in giro per il mondo, soprattutto provenienti dagli Stati Uniti. Tanti spunti ma sempre l’idea chiara di creare uno spazio online dove ogni persona con esigenze di arredamento o decorazione della casa possa trovare il meglio del design iconico ma anche nuovi prodotti, magari artigianali o in serie limitate, che abbiano grande attenzione a ciò che è scoperta e diffusione. Design esclusivo ma accessibile.  Avevamo sin da subito chiara l’idea di una grafica minimalista e lineare in cui l’immagine di prodotto fosse assolutamente centrale. Cerchiamo di fornire sempre un’idea dei prodotti che vendiamo in base alle ambientazioni della casa ed agli spazi. Anche per questo, nella nostra App Mobile diamo l’opportunità di ambientare i prodotti direttamente nelle case dei potenziali clienti, permettendo di scattare una foto dei propri spazi e di ambientarvi i prodotti. 

Di chi è stata l’idea del nome “Lovethesign.com”?

L’idea è nata intorno ad un tavolo da pranzo buttando giù delle idee tra noi tre, avendo sempre chiara l’esigenza di comunicare una passione nuova per il design: nuova ed originale rispetto ai canoni che erano presenti sul mercato sia del design che dell’e-commerce

Avete avuto delle difficoltà all’inizio? Se sì, quali?

La difficoltà maggiore è rendere concrete le proprie idee e partire. Nel momento in cui si parte, ovviamente ci sono delle difficoltà ma lo scoglio più grande è superato e si pensa solo a crescere e migliorare il più possibile.

Quali sono i prodotti di punta del vostro sito?

Ogni prodotto che digitalizziamo deve in qualche modo “colpirci”.  I prodotti più apprezzati molto spesso sono prodotti che vendiamo in esclusiva e che abbiamo ricercato e trovato dopo un attento “scouting”.  Abbiamo prova dopo un anno che possa essere assolutamente interessante per un cliente abbinare un pezzo iconico ad un prodotto dal design nuovo ed innovativo.

Quali sono i tempi di consegna dei prodotti acquistati on line dai clienti?

I tempi di consegna variano da prodotto a prodotto. Spesso i prodotti, soprattutto della sezione arredamento, una volta ordinati vengono prodotti dal brand. In media ci vogliono circa 20 giorni anche se i prodotti maggiormente richiesti vengono attualmente gestiti con tempi di consegna di 5-7 giorni

Quali sono i vostri progetti di ampliamento e penetrazione nel mercato?

In Italia gli spazi di crescita sono importanti. Nel mercato interno solamente una persona su 100 compra arredamento online, mentre all’estero, per esempio nei paesi del Nord Europa, 20 persone su 100 si affidano ad internet per i propri acquisti. 

I nostri obiettivi sono il consolidamento della posizione di leadership italiana nell’ambito dell’home design e l’apertura geografica alla distribuzione nei Paesi dove il design è più apprezzato. Da qualche mese è disponibile un sito in lingua inglese da cui è possibile ordinare con spedizioni in tutta Europa.

Quale è il bilancio dopo il primo anno di attività?

Sicuramente siamo soddisfatti dell’evoluzione di LOVEThESIGN: da semplice idea ad una realtà aziendale. Un percorso difficile ma affascinante: è meraviglioso poter dare spazio alle proprie idee grazie al contributo essenziale della creatività.

 

 

 

 

 

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]