Giovedì, 06 Febbraio 2014 08:40

Appello degli ambientalisti al governo. Fermate il decreto destinazione Italia

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Gli ambientalisti danno battaglia al decreto che di fatto condonerà chi ha commesso dei reati ambientali. "Il Governo Letta - riporta l'appello firmato da Stop Biocidio Lazio e Abruzzo, Coordinamento Nazionale Siti Contaminati, Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua -  sta varando un regalo per gli autori dei peggiori disastri ambientali. L'art. 4 del decreto "Destinazione Italia" ora in Parlamento è una sanatoria per chi ha inquinato, con tanto di finanziamenti pubblici per gli autori delle devastazioni dei territori. Altro che "chi inquina paga".

A partire da giovedì 6 Febbraio il decreto sarà in discussione presso la Camera dei Deputati. E' dunque urgente fare pressione su tutte le deputate e i deputati affinchè si adoperino per lo stralcio di tali norme".

I firmatari dell'appello propongono di scrivere  alle/ai deputate/i e al Ministro dell'Ambiente A. Orlando.  Questo il testo che le associazioni propongono di sottoscrivere e inviare insieme alla cartolina di seguito pubblicata al seguentelink

Oggetto: nel Decreto “Destinazione Italia” un condono tombale sulle bonifiche dei siti inquinati   

Nel decreto “Destinazione Italia” sono previste delle norme a sostegno di chi ha causato i peggiori disastri ambientali del paese! 

L'art. 4 arriva addirittura a finanziare gli autori dell'inquinamento. Inoltre ci si potrà limitare alla sola messa in sicurezza dei siti e non già alla vera bonifica. Infine si prevede un vero e proprio condono tombale, co-finanziato dagli italiani, per gli inquinatori poiché l'attuazione dell'accordo di programma “esclude per tali soggetti ogni altro obbligo di bonifica e riparazione ambientale e fa venir meno l'onere reale per tutti i fatti antecedenti all'accordo medesimo”. 

Lo stesso Servizio Studi della Camera ha sollevato seri dubbi sui contenuti del Decreto che confliggerebbe con il principio comunitario “chi inquina paga”. 

Chiediamo con forza a tutte le deputate e i deputati di adoperarsi per stralciare queste norme dal decreto che sono un vero e proprio schiaffo ai cittadini vittime di inquinamento. Un vero e proprio favore ai criminali e alle aziende senza scrupoli che hanno reso invivibili intere aree del paese.

 

Last modified on Giovedì, 06 Febbraio 2014 09:54

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

Arpa Puglia potenzia la sede di Taranto. Inaugurati i nuovi laboratori

L’edificio sarà anche sede del Polo di Specializzazione Microinquinanti di Arpa Puglia, eccellenza nella determinazione dei composti organici persistenti (POP), e in particolar modo di PCB, diossine e IPA, in...

Greta Crea - avatar Greta Crea

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Immacolata Del Prete, una pittrice dalla sorprendente forza espressiva

Da Cardito nella Terra dei Fuochi un'artista unica che utilizza intense dinamiche cromatiche per intraprendere un profondo scavo psicologico

Alessandro Spadoni - avatar Alessandro Spadoni

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]