Martedì, 11 Marzo 2014 15:47

Stefano Benni scrive a No Tav in carcere

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

TORINO  - “A volte si è più liberi dietro un muro che in un deserto di indifferenza. Tieni duro”. Così lo scrittore Stefano Benni chiude  la lettera indirizzata a Mattia Zanotti, uno dei quattro giovani No Tav in carcere per terrorismo, dopo l'attacco al cantiere per la Torino - Lione del maggio 2013.

In un'altro passo della lettera, rimbalzata sui twitter tra gli oppositori della Torino-Lione, si legge: “Finché ci saranno giovani come voi, anche se diversi nelle idee e nelle forme di lotta, mi viene da pensare che questo paese abbia ancora un pezzo di anima e un respiro di speranza”. “A volte – conclude Benni – si è più liberi dietro un muro che in un deserto di indifferenza. Tieni duro”.

Mattia Zanotti, insieme a Claudio Alberto, Chiara Zenobi, Niccolò Blasi, sono stati arrestati il 9 dicembre, con l’accusa di aver dato l’assalto al cantiere Tav di Maddalena di Chiomonte il 14 maggio scorso.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]