Giovedì, 07 Aprile 2011 14:24

Rai-Santoro. I giudici danno torto all'azienda. Idv: "Ennesima figuraccia di Masi"

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

ROMA - La sezione Lavoro della Corte d'appello di Roma (presidente Ermanno Cambria e relatore Donatella Casablanca), ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dalla Rai per ottenere la sospensione dell'esecuzione della sentenza pronunciata nel settembre 2009 con la quale è stato confermato il diritto di Michele Santoro, già riconosciuto dal tribunale, di lavorare come realizzatore e conduttore di programmi di approfondimento dell'informazione destinati al pubblico di prima serata. «La Rai - si puntualizza in una nota dell'avvocato Domenico D'Amati, legale di Santoro - aveva motivato la sua richiesta sostenendo che vi era pericolo di un intervento sanzionatorio dell'Agcom per i contenuti di alcune recenti puntate di Annozero.

La Corte ha rilevato che il pregiudizio paventato dalla Rai non si pone quale conseguenza diretta delle statuizioni di condanna contenute nella sentenza, che hanno del resto avuto continua esecuzione sin dall'emanazione della decisione di primo grado senza che si siano verificati pregiudizi oggi lamentati dalla Rai». Spetta dunque alla Rai, ha deciso la Corte nella sua ordinanza, esercitare un'attività di controllo compatibile con l'elevatezza delle mansioni esercitate e con il contenuto intellettuale e creativo dell'attività giornalistica. Nella discussione che ha preceduto l'emanazione del provvedimento veniva ricordato inoltre dal legale di Santoro l'episodio verificatosi il 27 gennaio 2011 quando il direttore generale Masi, dopo aver espresso il suo dissenso sui contenuti della trasmissione, aveva dichiarato di non volerne impedire la messa in onda.

«Complimenti al dg della Rai Masi per l'ennesima figuraccia. Lo sapeva anche uno studente di giurisprudenza che il ricorso contro Santoro sarebbe stato inammissibile. Per noi inammissibili sono i tentativi continui di una parte dei vertici della Rai di intimidire un professionista come il conduttore di Annozero». Lo ha sottolineato il capogruppo dell'Italia dei Valori in commissione di Vigilanza, Pancho Pardi, commentando la decisione della Corte d'appello di Roma che ha bocciato il ricorso. «L'unica cosa che possiamo consigliare a Santoro, ma anche ai vari Fazio, Dandini, Annunziata e Floris, è di resistere. Un giorno - ha concluso il senatore Pardi -, speriamo presto, riusciremo a uscire da questo incubo».

Last modified on Giovedì, 07 Aprile 2011 14:30

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Prima edizione di “Sinfonia d’impresa”, dedicata a Glauco Dei

MONTEPULCIANO - Il 22 settembre alle Cantine Dei di Montepulciano si è svolta la prima edizione di Sinfonia d'Impresa dedicata all'ingegner Glauco Dei, un industriale che ha saputo coniugare cultura...

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]