Lunedì, 07 Luglio 2014 16:39

Insulta i vigili su Facebook, denunciata per diffamazione

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

BOLOGNA - Una 36enne professionista piacentina, residente in città, è stata denunciata dalla Polizia municipale per diffamazione a mezzo stampa, «a causa delle pesanti offese e delle accuse diffamanti espresse nei confronti del Corpo attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook».

Lo rende noto un comunicato del Comune di Piacenza spiegando che il fatto risale a qualche giorno fa, quando la donna era stata sanzionata dagli agenti con una multa di 168 euro, dopo un controllo dal quale erano emerse alcune irregolarità, per una violazione amministrativa prevista dal Codice della Strada. Infastidita, come ha definito il proprio stato d'animo sul social network, ha esternato sul web la propria rabbia e insofferenza, «con una violenza verbale che le è costata la denuncia per diffamazione». La Polizia municipale, aggiunge il Comune, «sta inoltre valutando la posizione di altre persone che, sulla stessa pagina del social network, hanno condiviso e commentato i post pubblicati dalla donna.

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]