Sabato, 18 Ottobre 2014 09:54

Agricoltura. Eurispes e Coldiretti, l'Agromafia fattura 14 miliardi

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

CERNOBBIO - Dalle mozzarelle ai terreni agricoli, dai ristoranti all`autotrasporto, il business dell`agromafia fattura in Italia circa 14 miliardi di euro in netta controtendenza rispetto alla fase recessiva del Paese, perché la criminalità organizzata trova terreno fertile proprio nel tessuto economico indebolito dalla crisi.

E` quanto emerge dall`indagine Coldiretti sul prezzo dell`illegalità, presentata al Forum internazionale dell`agricoltura e dell`alimentazione di Cernobbio. Proprio per contrastare questi fenomeni la Coldiretti insieme all`Eurispes ha promosso la Fondazione «Osservatorio sulla criminalità nell`agricoltura e sul sistema agroalimentare» con il procuratore Giancarlo Caselli alla guida il Comitato Scientifico della Fondazione, mentre il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, ne è il presidente.

La criminalità - sottolinea Coldiretti - controlla in molti territori la distribuzione e talvolta anche la produzione del latte, della carne, della mozzarella, dello zucchero, dell`acqua minerale, della farina, del pane clandestino, del burro e della frutta e della verdura. Potendo contare costantemente su una larghissima e immediata disponibilità di capitale e sulla possibilità di condizionare parte degli organi preposti alle autorizzazioni ed ai controlli, si muovono con maggiore facilità rispetto all`imprenditoria legale. Con i classici strumenti dell`estorsione e dell`intimidazione impongono la vendita di determinate marche e determinati prodotti agli esercizi commerciali, che a volte, approfittando della crisi economica, arrivano a rilevare direttamente.

Con la crisi, rileva la Coldiretti, praticamente quadruplicano le frodi a tavola con un incremento record del 277% del valore di cibi e bevande sequestrate perché adulterate, contraffate o falsificate, per garantire la sicurezza alimentare. 

Nei primi nove mesi del 2014 sono stati sequestrati beni e prodotti per un valore di 318,7 milioni di euro soprattutto con riferimento a prodotti base dell`alimentazione come la carne (29%), farine pane e pasta (16%), latte e derivati (12% per cento), prodotti ittici (9%), ma anche in misura rilevante alla ristorazione (15%) dove per risparmiare si diffonde purtroppo l`utilizzo di ingredienti low cost che spesso nascondono frodi e adulterazioni. L`attività dei carabinieri dei Nas nei primi nove mesi del 2014 ha portato all`arresto di ben 10 persone mentre 1310 sono state segnalate all`autorità giudiziaria e 7672 a quella amministrativa.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei de…

Il museo Bernabò Brea di Lipari, uno dei più ricchi e meno conosciuti musei del Mediterraneo. Foto

In molte persone, la parola Eolie evoca istintivamente immagini di mare azzurro e spiagge incontaminate. Pochi, tra le migliaia di turisti che arrivano ogni anno, conoscono il museo di Lipari...

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

La bellezza ci salverà, scientificamente provato

Studi scientifici dimostrano l’importanza delle arti per il benessere psico-fisico  

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]