Martedì, 24 Febbraio 2015 18:04

Telecomunicazioni. Brutte sorprese per chi vuole cambiare operatore Featured

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

ROMA - Anche per quanto riguarda il settore delle telecomunicazioni il DL Concorrenza riserva sgradevoli sorprese per i cittadini.

Leggendo attentamente la norma, infatti, emerge un allarmante segnale: si torna a parlare, infatti, di penali. Se con la liberalizzazione Bersani del 2007 si disponeva "la facoltà del contraente di recedere dal contratto o di trasferirlo presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi non giustificati da esigenze tecniche e senza spese non giustificate da costi dell'operatore", ora si torna a parlare di insopportabili penali che, ancora peggio, vengono definite in maniera generica e pericolosa.

Non ha senso, infatti, specificare che la penale debba essere "equa e proporzionata al valore del contratto e alla durata residua della promozione offerta". In questo modo si lascia ampio margine alle compagnie, già note per la loro correttezza, che potranno così determinare a proprio piacimento la "equità" della suddetta penale.

Una disposizione che va modificata categoricamente, perché darà adito a vessazioni e controversie ovviamente a danno dei cittadini, limitando il loro reale diritto alla portabilità.

Non è sufficiente smentire la reintroduzioni delle penali, chiediamo la cancellazione della parola!

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]