Mercoledì, 29 Aprile 2015 10:04

Energia. Ecco le scorrettezze delle aziende

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Federconsumatori persenta ad Adcm un report dettagliato

ROMA - Le segnalazioni e le lamentele degli utenti hanno raggiunto livelli ormai insostenibili. Ogni giorno i cittadini affollano i nostri sportelli per denunciare i disservizi e le pratiche commerciali scorrette delle aziende che operano nel settore dell'energia, in maniera spregiudicata ed incurante dei basilari diritti dei consumatori.

Nel 2014 sono oltre 500.000 i reclami scritti presentati in tale comparto. Il 18% dei reclami riguarda forniture non richieste e pratiche commerciali scorrette; il 47% attiene, invece, a fatturazioni anomale: entrambe patologie riferibili, il più delle volte, ad operatori del libero mercato.

Alla luce di questa grave situazione la Federconsumatori ha redatto un report dettagliato sulle principali criticità rilevate nel mercato, che abbiamo provveduto a presentare all'Antitrust e all'AEEGSI richiedendo interventi urgenti ed esemplari contro i comportamenti intollerabili delle aziende.

Ecco alcune delle principali criticità. L'elenco completo è disponibile in allegato.

-         Ritardi nelle volture gas e luce – Le tempistiche prescritte per il perfezionamento di tali operazioni sono di 15 giorni ma alle volte vengono impegnati anche 12 mesi, causando notevoli problemi anche per l'accesso a Bonus a cui avrebbero diritto le famiglie.

-         Contratti non richiesti - Le aziende non rilasciano nei tempi necessari per la tutela dell'utente la documentazione relativa a tali contratti per verificare la medesima e fare, laddove possibile, il disconoscimento.

-         Contratti truffa e art. 66 quinquies d.lgs 21/14 - "Art. 66-quinquies. (Fornitura non richiesta) 1. Il consumatore è esonerato dall'obbligo di fornire qualsiasi prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta di beni, acqua, gas, elettricità, teleriscaldamento o contenuto digitale o di prestazione non richiesta di servizi, vietate dall'articolo 20, comma 5, e dall'articolo 26, comma 1, lettera f), del presente Codice. In tali casi, l'assenza di una risposta da parte del consumatore in seguito a tale fornitura non richiesta non costituisce consenso. 2. Salvo consenso del consumatore, da esprimersi prima o al momento della conclusione del contratto, il professionista non può adempiere eseguendo una fornitura diversa da quella pattuita, anche se di valore e qualità equivalenti o superiori." L'utente al quale sarebbe stato attivato un contratto non richiesto non deve pagare alcunché. Il contratto è nullo/inesistente e dunque nulla risulta dovuto.

-         Procacciamento clienti, un sistema che non può funzionare! - L'attuale sistema di tutela è inefficiente ed insufficiente; si dovrebbero anche prevedere sistemi di responsabilizzazione delle società, nella scelta dei soggetti cui affidare il servizio di procacciamento contratti, e imporre alle società di fornitura dei rigidi sistemi di controllo dell'attività di costoro con conseguente mancato riconoscimento del premio per il contratto concluso (procurato) se esso viene contestato.

-         Lettura contatori - Come previsto dall'AEEG le aziende devono obbligatoriamente effettuare un TENTATIVO di lettura ad anno, tuttavia anche su misuratori accessibili o teleletti, si protraggono misurazioni su stima anche per oltre 5 anni, comportando in caso di sottostime conguagli relativi ad utenze domestiche di oltre 5000,00 euro. Ridicolo tuttavia risulta l'indennizzo che spetta al consumatore pari ad euro 35 per ogni mancata lettura annuale, decisamente sproporzionato rispetto al danno. Oltretutto nel mercato libero non vengono neppure concessi piani di rientro congrui ovvero tante rate quali sarebbero dovute essere le bollette emesse.

-         Consumi palesemente difformi dallo storico - Diversi sono i casi in cui si manifesta un malfunzionamento del contatore gas, soprattutto in merito agli scatti dei cilindretti. Infatti si registrano casi di consumo irreale di migliaia di metri cubi in soli pochi mesi: paradossale se paragonato alle medie di una famiglia italiana. Il tutto fa pensare ad uno scatto anomalo delle rotelle segnanti i consumi, soprattutto nei passaggi da 99999 a 00000. 

-         Risposte ai reclami - Le risposte ai reclami da parte dei venditori sono, molte volte, tardive e non entrano nel merito delle problematiche evidenziate; nel frattempo, benché si sia contestata la fatturazione, le Società costituiscono in mora il consumatore e lo preavvertono della possibilità di distacco della fornitura e, infine, lo distaccano ponendo in essere misure di autotutela.

-         Conciliazioni – In moltissimi casi esse hanno esito negativo per mancata formulazione di una proposta da parte della società. Si verificano casi in cui viene definita in conciliazione la vertenza insorta, ma poi la società non esegue quanto oggetto di accordo e dunque risulta necessario adire l'autorità giudiziaria. Le conciliazione avanti all'AEEG registrano un maggior numero di partecipazione da parte delle società e di esiti positivi rispetto alle conciliazioni di cui ai protocolli paritetici.

Last modified on Mercoledì, 29 Aprile 2015 21:10

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

LAB.jpg

ITC.jpg

Opinioni

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teat…

DPCM. Lettera aperta di Viviana Toniolo, attrice e direttrice dello storico teatro Vittoria di Roma

Il patatrac è fatto! Il dissenso per la decisione di chiudere cinema e teatri è stato espresso, in questi giorni, da tante voci della cultura di grande risonanza e da...

Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria - avatar Viviana Toniolo, Direttrice Artistica del Teatro Vittoria

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Ricerca. Individuati nuovi meccanismi molecolari implicati nel danno renale

Grazie alle competenze dei ricercatori, e soprattutto alla multidisciplinarietà del gruppo di ricerca diretto dal Nefrologo, Dr Renzo Bonofiglio, in questi anni presso il Centro di Ricerca, collocato all’interno della...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]