Martedì, 01 Settembre 2015 10:51

Gli One direction con Save the children contro povertà e disuguaglianze Featured

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

La band e i fan chiedono un futuro migliore, alla vigilia dei summit globali sullo sviluppo e sul clima. L’iniziativa nell’ambito della campagna Action/2015 sostenuta anche da Save the Children

ROMA - Gli One Direction presentano oggi in anteprima mondiale “Dear World Leaders”, un video di 3 minuti, coinvolgente e potente, realizzato con il concorso di migliaia di fan che hanno fornito la loro opinione sul tipo di  mondo in cui vorrebbero vivere.



Il video supporta la campagna action/1D - a sua volta parte della campagna globale Action 2015 che vede insieme contro povertà e  disuguaglianze, oltre 2.000 organizzazioni, fra cui Save the Chiildren -  e chiede ai leader  del pianeta di ascoltare quali cambiamenti le persone vorrebbero vedere realizzati, affinché il mondo diventi un posto migliore per la generazione presente e quelle future.

"Siamo stati sopraffatti dalle risposte dei fan ad Action/1D. Continuano a stupirci con la loro passione e dedizione e questo video mostrerà il loro coinvolgimento in questioni che li toccano nel profondo. È stato di grande ispirazione vedere e sentire cosa li interessi e quale è il mondo in cui vorrebbero vivere”, ha dichiarato Harry Styles.

Aggiunge Niall Horan: “Abbiamo avuto fan da tutto il mondo che ci hanno detto cosa interessa loro, dall’uguaglianza dei diritti alla sconfitta della povertà. Spero davvero che i leader del mondo tengano conto di quello che noi e i nostri fan stiamo dicendo. Hillary Clinton ha mandato un tweet di supporto ad action/1D il mese scorso e ci auguriamo che il prossimo tweet arrivi dal Presidente Obama!”.

Gli One Direction chiedono a tutti di condividere sui social media il video “Dear World Leaders” insieme all’ hashtag #action1D. Il video verrà anche trasmesso per il pubblico di fan, nel corso delle ultime tappe dell’ On The Road Again Tour della band.

Gli One Direction hanno lanciato la campagna action/1D l’8 luglio scorso. Da allora sono arrivate quasi 80.000 foto e video con richieste e proposte di cambiamento, da 172 paesi. L’hashtag #action1D ha ottenuto 2,5 milioni di contatti finora ed è circolato nel mondo su twitter per 11 ore di seguito dopo il lancio della campagna a luglio.

La campagna action/1D è parte di action/2015, un movimento globale di cittadini accomunati dall’idea che il 2015 possa essere  l’anno in cui si stabilisce l’agenda per mettere fine alla povertà estrema, alle disuguaglianze e ai cambiamenti climatici, ma a condizione che la popolazione mondiale prema sui leader del mondo affinché prendano impegni ambiziosi nei due cruciali summit che si terranno a New York in settembre e a Parigi a dicembre”.

“Gli One Direction hanno fatto una cosa grandissima a spingere i fan a esprimersi sulle questioni che stanno loro più a cuore in questo cruciale momento dell’anno, a pochi giorni dall’importante summit Onu sullo sviluppo. Ci auguriamo che le loro voci siano ascoltate e che, in qualche modo, i leader del mondo non possano far finta di non aver sentito. Questa è la generazione che ha il potere di sconfiggere i problemi più gravi dei nostri tempi e cambiare in meglio il mondo”, sottolinea Margherita Watt, Direttore Creativo e Digital di  Save the Children.

Action/1D ha dato la possibilità ai giovani di tutto il mondo di aggiungere la propria voce alla riflessione globale sul futuro dei popoli e del pianeta al fine di definire un quadro di riferimento sullo sviluppo e il clima che sia il migliore possibile e che fissi l’agenda per le prossime generazioni.

 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’amore ai tempi del coronavirus

L’amore ai tempi del coronavirus

L’epidemia fa bene all’amore o no? Non ci sono statistiche in materia, né esperti che ne parlino in tv, ma la domanda è legittima. E la risposta  più ovvia è:...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]