Sabato, 05 Settembre 2015 12:05

Sanità. A Roma esperti da 60 Paesi a congresso su medicina d'emergenza Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Un confronto fra i modelli innovativi e ideali di Medicina d'emergenza-urgenza di 60 diversi Paesi.

Cinque giorni, da sabato 5 a mercoledi' 9 settembre, di scambi di conoscenze con i maggiori esperti al livello internazionale per il sesto Italian Great Network Congress congiunto con Memc (Mediterranean Emergency medicine congress), in programma a Roma all'hotel Ergife, organizzato da Great-Global Research on Acute Conditions Team Italy insieme alla American Academy of Emergency Medicine (Aaem) e la Mediterranean Academy of Emergency medicine (Maem).

Piu' di 800 partecipanti e relatori di grande prestigio ed esperienza si confronteranno in sessioni multidisciplinari sulle patologie piu' critiche e le piu' recenti innovazioni in Medicine d'emergenza-urgenza. Grande rilievo sara' dato tra le altre alle novita' in: patologie cardiovascolari acute, tossicologia acuta, alle malattie infettive, traumatologia, telemedicina ed ai modelli organizzativi in emergenza tra ospedale e territorio.

Alla cerimonia inaugurale del congresso, domenica 6 settembre alle 17.30, parteciperanno il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e il ministro della Salute libanese, Wael Abou-Faour, oltre ai maggiori rappresentanti delle piu' prestigiose universita' italiane e internazionali.

Nel corso del congresso un particolare risalto sara' dato anche allo sviluppo dell'Acute medicine e alla neonata Associazione italiana di Acute medicine come sistema per superare l'annoso problema del sovraffollamento del Pronto soccorso e per migliorare la qualita' e innovare l'approccio alle patologie acute. Questo modello e' in grado di migliorare l'appropriatezza e la gestione dell'ospedalizzazione e sara' presentato grazie all'intervento dei Paesi che gia' lo applicano in modo innovativo come Olanda, Regno Unito e Australia, nella sessione di domenica alle 13.

Altra innovazione sara' la presenza dell'Associazione italiana scompensati cardiaci (Aisc), nella sessione di lunedi' 7 settembre alle 10.30, dedicata a far sentire la voce dei pazienti e le loro necessita' sia nell'ambito sanitario che farmaceutico ed istituzionale. Durante l'incontro saranno toccati temi di grande interesse per i soggetti affetti da scompenso cardiaco, per coloro che se ne prendono cura, ma anche ai fini di una migliore conoscenza della patologia per fare prevenzione e per un corretto stile di vita e saranno presentate le attivita' svolte dall'associazione su tutto il territorio.

Nell'ambito del congresso grande importanza ai giovani, alla loro formazione e alle loro attivita' di ricerca: 570 contributi da giovani ricercatori sono arrivati al congresso e saranno presentati tra comunicazioni orali e poster e ci sara' una competizione che vedra' premiati i migliori contributi. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]