Venerdì, 11 Settembre 2015 10:23

Referendum controle trivelle nei nostri mari Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Primalepersone promuove, in un contesto di democrazia partecipativa, la conversione ecologica dell'economia, in sintonia con la necessità di far fronte alle emergenze climatiche che impongono politiche orientate verso la conversione energetica e l'uscita dal fossile.

Primalepersone sarà presente alla conferenza stampa che si terrà il giorno 11 settembre, ore 11, presso la Sala Stampa della Camera dei deputati – Piazza di Montecitorio, Roma, indetta dal Coordinamento No Triv e dalle oltre 170 associazioni (www.notriv.com) che hanno aderito all’appello ai Governatori e ai Presidenti dei Consigli di tutte le Regioni di deliberare l’indizione di un referendum abrogativo che metta fine alla vergognosa “sanatoria” per nuove trivelle in mare, in prossimità delle coste italiane, voluta dal Governo Monti nel 2012.

La Richiesta da parte di 5 Regioni, depositata entro il 30 settembre 2015,  eviterebbe la raccolta di 500 mila firme per l’indizione del referendum abrogativo e permetterebbe di andare a votare nella primavera 2016.
Ogni altra iniziativa referendaria non consentirebbe, per i tempi tecnici, di bloccare i procedimenti per progetti “petroliferi” riavviati dall’art. 35 del “Decreto Sviluppo”, che saranno attuati a breve, anche grazie ad alcune norme dello “Sblocca Italia”.

Per sostenere l’iniziativa abbiamo lanciato un appello a tutti i Comuni italiani toccati o meno dal mare a far sentire la propria voce presso i Consigli Regionali, a impugnare le norme sulle trivellazioni di fronte al Tar e a deliberare per sollecitare la propria regione a promuovere il referendum.

Gli enti locali, Regioni e Comuni avamposti di democrazia di prossimità, hanno un ruolo fondamentale nel non demandare al governo nazionale scelte anacronistiche che favoriscono  interessi particolaristici in contrasto con quelli delle proprie comunità e del Paese. Per questo crediamo che ogni territorio,  attraverso i propri consigli comunali, debba e possa prendere parola per scongiurare i pericoli di una politica priva di una visione strategica rivolta al bene comune.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

Covid-19. Il Coronavirus passerà all’orizzonte di una nuova consapevolezza

“Scusa la domanda principe della peste: dove te ne vai adesso?”Con questa domanda nel 1958 Mao Zedong concludeva una delle sue poesie, intitolata “Addio al dio della peste”.  Attraverso versi...

Carlotta Pompei - avatar Carlotta Pompei

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Aiutiamo la ricerca italiana a sconfiggere il Coronavirus

Takis, azienda italiana di Castel Romano, è l'unica in Italia e la prima in Europa pronta a testare il suo vaccino Covid-19 su modelli  

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]