Martedì, 21 Giugno 2016 08:49

Pieraccioni dal suo profilo Facebook scrive a Renzi Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Leonardo Pieraccioni scrive una letterina ironica al premier Matteo Renzi dal suo profilo Facebook

Ecco il testo integrale:

Il marito della Raggi gni scrive una lettera pubblica? E allora io la scrivo attè amato Renzino! Non li ascoltare questi gufacci che se te voi ti ripigli Roma, Torino, la pajata ei pernigotti! Certo hai fatto solo l'errore di far telefonare casa pe' casa alla Boschi pe' suggerire "votaRobertoVotaRoberto" quella cià la vocina della bambina di The Ring, si son presi paura! Ma a te Renzino, errore a parte, non ti manca nulla! Loro ci hanno Grillo e te fai un duo di cabarè con Maria Elena: "la bimba e i' bomba", tu sbanchi! Certo Verdini te lo potevi risparmiare! Dire "sono un rottamatore" e poi chiamà Verdini é come dire "sono un vegano" co'un coscio di pernice in bocca! Ma tranquillo a ottobre fai il vero botto coi Referendum! Facciamo prima un tour tutti insieme come i pu! Io, te, la Boschi, Benigni! L'ho chiamato: "Roberto ci vieni a fare i tur co' ragazzi?" Mà risposto: "No... si... no... si..."

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]