Venerdì, 24 Giugno 2016 18:08

“L’Italia dei giardini”, pubblicato dal Touring Club Italiano presentato al Quirinale Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

"Saremmo tutti cittadini migliori se fossimo anche giardinieri. Perchè essere giardinieri significa avere tanta pazienza e mettere le mani nella realtà". queste le delicate parole che Paolo Pejrone, presidente dell’Associazione Parchi e Giardini d’Italia ha rivolto al folto pubblico presente. "Parlo poco: mi sento molto più a mio agio con la vanga e il rastrello, tra piante e vasetti" ha concluso Pejrone , mentre Franco Iseppi, presidente del Touring Club ha valorizzato l'azione di promozione dei beni culturali e comuni perchè "chi ha fatto prevalentemente promozione della conoscenza con spirito di servitore civile mostra che attorno alla bellezza si possono costruire azioni di grande valore x la comunità".

Un incontro "armonioso"  e bello, come i giardini descritti nel libro, con interventi di veri appassionati del verde e del bello, indipendentemente dalle importanti cariche ricoperte. Vittoria Colonna di Stigliano, a nome dei proprietari di giardini privati, ha descritto l'amore per i propri giardini e le difficoltà che si incontrano nel mantenerli, con inesistenti sostegni " Abbiamo bisogno di una legislazione lungimirante: Il Governo francese (che prevede detrazioni fiscali ndr) ha lavorato bene. Le "famiglie storiche" hanno il senso del dovere di tramandare e la curiosità del visitatore non deve essere "Di chi è questo giardino? " ma "Qual'è la storia del giardino?".

E di giardini il volume presentato ne descrive più di 300, selezionati e descritti dai massimi specialisti del settore che da anni profondono impegno ed energie nella conoscenza e nella salvaguardia di un patrimonio sempre più parte integrante dell’offerta culturale e turistica del nostro Paese. 
Nel medioevo erano confinati ai chiostri dei conventi e, al più, nei cortili di qualche palazzo: furono i Medici a rivoluzionare l’idea di parco e a svilupparla secondo gli ideali rinascimentali di perfezione ed equilibrio. Da allora la penisola è diventata il Paese dei giardini: non c’è famiglia nobile che non ne abbia fatto realizzare uno: all’inglese, palladiani, esoterici, pieni di statue e ricchi di miti, parchi pubblici e orti botanici.

cover_giardini.jpgL'Italia dei giardini è un vero atlante che racconta i tanti spazi verdi sparsi per tutta Italia: dal sistema delle residenze sabaude ai giardini esoterici della Liguria fino ai parchi termali del Trentino. La guida dà possibilità di scoprire un patrimonio diffuso che è parte integrante delle bellezze artistiche e naturali che tutti ci invidiano. Il viaggio attraverso la bellezza fra natura e artificio - come recita il sottotitolo - ha privilegiato giardini aperti al pubblico o visitabili a determinate condizioni, con l’esclusioni di altri ugualmente importanti che non rispondono a tali requisiti. 
L'Italia dei giardini, Touring Club Italiano
312 pagine illustrate
prezzo 19,90 euro;
previsti sconti ai soci TCi

 

Last modified on Venerdì, 24 Giugno 2016 18:22

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Juno, l’elefante col cancro curato con l’elettrochemioterapia

Luigi Aurisicchio, presidente di Vitares, ci racconta un’esperienza veramente particolare. Nel 2017 ha partecipato a una spedizione scientifica in California, allo zoo di El Paso, con lo scopo di curare...

Erika Salvatori - avatar Erika Salvatori

A Bari nasce il CRM, Centro Regionale del mare, l’eccellenza dei nuovi laborator…

Lunedì 7 ottobre l’inaugurazione alla presenza delle cariche istituzionali della Regione e della Città  

BARI -  

 L’Arpa, Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione Ambientale di Bari, si pone...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]