Mercoledì, 03 Agosto 2016 10:04

In Italia aumento esponenziale della criminalità straniera

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - In Italia, accanto ai gruppi mafiosi tradizionali, negli ultimi anni hanno trovato spazio gruppi stranieri.

Gruppi che, secondo la relazione della Dia, Direzione Investigativa Antimafia, riferita al 2015, sembrano trovare sempre piu' frequenti momenti di convergenza con Cosa Nostra, con la 'Ndrangheta, con la Camorra e con le organizzazioni criminali pugliesi, rispetto alle quali assumono posizioni differenti sulla base dello spazio che gli viene concesso. In particolare, secondo la Dia, si rileva l'inserimento di alcuni stranieri di diverse nazionalita' negli organigrammi mafiosi della provincia palermitana, anche se prevalentemente con mansioni esecutive.

Le organizzazioni mafiose ed i gruppi criminali stranieri non si muovono su piani contrapposti, ma continuano a manifestare delle convergenze e gli stranieri diventano strumentali a strategie criminose. Si sta passando praticamente, da una piena subordinazione del singolo straniero rispetto all'organizzazione mafiosa ad una maggiore autonomia nella gestione di attivita' ritenute marginali come lo sfruttamento della prostituzione rimesso ad albanesi, rumeni e nigeriani, la contraffazione e lo smercio di prodotti contraffatti relativo a cinesi e nordaficanti, al traffico e sfruttamento di esseri umani dove prevalgono ancora i cinesi, i romeni e i nordafricani. Un ruolo di maggior rilievo per quanto riguarda l'approvigionamento di sostenze stupefacenti, lo hanno sempre di pui' i nigeriani, gli albanesi, i maghrebini, i tunisini che fanno anche da mediatori con gruppi omologhi stanziati nei paesi di provenienza. La 'ndrangheta come cosa nostra, grazie alla sua struttura 'militare'e alla capillarita' e radicamento, affida a criminali di altre etnie specifiche attivita' funzionali agli interessi dell'organizzazione sul territorio calabrese. Fuori regione, maggiore spzio viene lasciato dalla 'ndrangheta ai gruppi etnici soprattutto per quatno riguarda il traffico degli stupefacenti. Ancora, il traffico di droga raprresenta il trait d'union fra le organizzazioni pugliesi e quelle dei paesi dell'Est come l'Albania, leader mondiale per la produzione di marijuana. La camorra si serve di gruppi di matrice straniera come ad esempio documentato con arresti nel clan Mazzarella , che usava trafficanti colombiani e africani per fornire varie regioni del Centro Italia.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]