Sabato, 20 Agosto 2016 11:43

Turchia. Arrestata la scrittrice dei diritti umani, accusata di terrorismo

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ISTANBUL - Asli Erdogan accusata di legami con il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), considerato da Ankara "organizzazione terroristica".

Lo scrive stamani il quotidiano Hurriyet all''indomani dell''interrogatorio di Asli Erdogan da parte dei giudici dell''accusa. La 49enne Ali Erdogan, editorialista del giornale filo-curdo Ozgur Gundem che in passato ha lavorato anche per Radikal, è arrestata nei giorni scorsi insieme ad altri 20 giornalisti e dipendenti della testata dopo che quattro giorni fa un tribunale di Istanbul ha ordinato la "chiusura temporanea" di Ozgur Gundem.

 Il giornale dedica ampio spazio alla minoranza curda e al conflitto tra lo Stato turco e il Pkk ed è accusato di fare propaganda per il Partito dei lavoratori del Kurdistan. Tre giorni fa Pen International ha chiesto alla Turchia il "rilascio di tutti i giornalisti e gli scrittori trattenuti solamente in relazione al loro esercizio pacifico del diritto alla libertà di espressione, come sembra essere il caso di Asli Erdogan e di altri giornalisti di Ozgur Gundem".

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Capire l’economia. QCM attacca Bio-On. Cosa è successo?

Nei giorni scorsi la Bio-On, società bolognese operante nel settore delle bio plastiche, è stata messa nel centro del mirino da un fondo americano che l’accusa di aver mentito sui...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Anakoinosis, un principio terapeutico contro il tumore

Ce ne parla la Prof.ssa Ghibelli dell'Università di Tor Vergata. Prospettive per uno sviluppo farmacologico

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]