Sabato, 01 Ottobre 2016 08:26

Papa celebra messa in Georgia Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

TBILISI  - Papa Francesco è allo stadio Meskhi di Tblisi, in Georgia, per celebrare messa. Presente una delegazione della Chiesa apostolica autocefala ortodossa georgiana, che era assente alla messa che Giovanni Paolo II celebrò nel 1999.

Ieri il catholicos patriarca di Georgia, Ilia (Elia) II, che oggi non assiste alla messa, ha accolto Bergoglio in aeroporto e lo ha poi ricevuto Bergoglio in patriarcato per un incontro cordiale. Quella georgiana è tra le più rigide della galassia ortodossa. Basti pensare che la visita del Papa è stata contestata dai settori più oltranzisti della chiesa locale, con tanto di sit-in davanti alla nunziatura nei giorni precedenti l'arrivo di Francesco e proteste di uno sparuto grupopo di persone ieri all'arrivo in aeroporto e durante la visita alla chiesa assiro-caldea. Anche i rapporti con le altre Chiese ortodosse non sono facili, se si considera che quella georgiana è stata una delle quattro chiese, insieme alla russa, ad aver dato forfait all'ultimo ad un recente sinodo ortodosso a Creta, il primo dopo oltre un millennio, e che sempre la chiesa georgiana è stata l'unica a prendere le distanze da un recente accordo teologico tra cattolici e ortodossi raggiunto a Chieti, e pur firmato dagli esponenti georgiani, con un memorandum che verrà pubblicato in calce al documento finale. L'abbraccio con il patriarca e la presenza di una delegazione ortodossa alla messa del Papa, perciò, vengono considerati dal Palazzo apostolico un rilevante passo avanti nelle relazioni ecumeniche. Dopo il pranzo, quando pronuncerà alcune parole a braccio, Francesco incontrerà sacerdoti, religiosi e religiose, seminaristi nella chiesa dell'Assunta e, alle 17, incontrerà assistiti e operatori delle opere di carità della Chiesa davanti al centro di assistenza dei Camilliani. Alle 18.15, infine, il Pontefice visita la cattedrale patriarcale di Svetitskhoveli a Mtskheta. Domani il viaggio in Azerbaijan e, in serata, il rientro a Roma. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

La pandemia crea meta-arte

La pandemia crea meta-arte

L’ 8 settembre 1981, una tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, Mari Lai (1919-2013) realizzò, per il Comune di Ulassai, un monumento ai caduti.  In realtà, l’artista decise...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]