Lunedì, 03 Ottobre 2016 10:05

Lotteria, ultima spiaggia. Il jackpot del superenalotto a 150 milioni Featured

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Quando una lotteria arriva a record così alti di vincite qualcosa è probabile non funzioni.

Gli italiani, infatti, non se la cavano molto bene, ma il superenalotto non è entrato in crisi. Anzi, rappresenta più di prima la voglia di vincere, quale ultima spiaggia di speranze in un Paese costellato da problemi, dove le opportunità si assottigliano anno dopo anno. Viene da sè pensare che se avessimo una situazione economica degna di uno stato democratico con diritti garantiti per tutti, lavoro e soprattutto una vita dignitosa, la voglia di vincere verrebbe meno. Invece a molti cittadini non resta che questo sogno come ultima opportunità per cambiare la loro condizione. E non parliamo solo dei dei malati patologici che si giocano lo stipendio o la pensione nelle macchinette infernali che lo stato gestisce, ma della stragrande maggioranza delle persone.

Una tristezza a pensarci bene, anche perchè 150 milioni potrebbe trovare una  distrubuzione equa non a una persona, ma a quanti ne hanno realmente bisogno.

E non è tutto. Rimane a molti anche il forte dubbio se esista veramente un vincitore, ovvero qualcuno che ritiri il premio milionario e cambi la sua vita. Difficile conoscerne uno. Insomma la dice lunga quando un montepremi sale in maniera esponenziale raggiungendo cifre da record. Non è un segnale incoraggiante quando l’unica alternativa rimane la lotteria.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

unnamed.png

Opinioni

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contr…

Dalla Casa di Cura Giovanni XXIII Monastier di Treviso l’innovazione per contrastare il Covid-19

Nei laboratori arrivano nuovi strumenti per il controllo e il monitoraggio del Coronavirus 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

L’estinzione della specie (con un pizzico di ottimismo)

“Ma forse sono io che faccio parte di una razza, in estinzione.” (G. Gaber) 

Alessio Pracanica - avatar Alessio Pracanica

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]