Mercoledì, 11 Gennaio 2017 14:49

Sanità. Carenza di sangue per maltempo e influenza

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Il maltempo di questi giorni, unito al picco influenzale e altri fattori stagionali ha provocato un grave carenza di sangue in alcune regioni italiane, con oltre 2600 unita' di globuli rossi mancanti negli ospedali. Lo affermano i dati del Centro Nazionale Sangue (Cns), che ha inviato alle Strutture regionali per i coordinamento delle attivita' trasfusionali (Src) l'invito a coordinarsi con le associazioni di donatori per far fronte all'emergenza.

La regione con le maggiori carenze e' il Lazio ma situazioni critiche si registrano, secondo i dati aggiornati ad oggi, in Abruzzo, Toscana, Campania, Basilicata, Liguria, Umbria, Marche, Lazio e Puglia. "Le cause della carenza sono multifattoriali- afferma Giancarlo Maria Liumbruno, direttore del Centro Nazionale Sangue- ma sicuramente puo' aver inciso l'epidemia influenzale che, complice il calo delle vaccinazioni, ha gia' colpito molte piu' persone rispetto allo scorso anno, e si puo' ipotizzare che anche il maltempo stia tenendo a casa i donatori. La mobilitazione deve riguardare pero', sotto il coordinamento e la programmazione, anche in urgenza, delle Src e del Cns, tutte le regioni, non solo quelle che hanno carenze; l'autosufficienza per quanto riguarda il sangue, infatti, e' sovraziendale e sovraregionale e in questi casi diventa vitale la compensazione coordinata tra regioni".

La carenza di sangue, sottolineano le associazioni di donatori, puo' mettere a rischio l'esecuzione di interventi chirurgici e di terapie per pazienti con malattie come la talassemia che necessitano di continue trasfusioni. L'invito per tutti i donatori e' contattare l'associazione di appartenenza o il Servizio Trasfusionale di riferimento per programmare una donazione. "Le Associazioni e Federazioni dei donatori di sangue- sottolinea Aldo Ozino Caligaris, portavoce protempore del Civis (Coordinamento Interassociativo dei Volontari Italiani del Sangue)- devono intensificare la chiamata dei donatori periodici e associati sulla base di quanto concordato con le Strutture Regionali di Coordinamento attraverso una programmazione straordinaria per cercare di sopperire alle necessita' contingenti. È inoltre fondamentale il coinvolgimento di nuovi volontari che possano garantire in maniera costante la disponibilita' di emocomponenti, al fine di assicurare la necessaria terapia trasfusionale ai cittadini che ne hanno bisogno".

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]