Mercoledì, 22 Marzo 2017 11:12

Sanità: Ignorata la legge 124/98 che fissa i tempi massimi di attesa

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

È inevitabile e soprattutto doveroso chiedere conto del perché e a vantaggio di chi è stata ignorata e non applicata la legge che fissa a trenta giorni le liste di attesa per le visite medico specialistiche e a sessanta giorni quelle per gli accertamenti diagnostici: tac, risonanze magnetiche, gastroscopia, colonscopia, ecografie, radiografie.

Non solo. Se la ASL non è in grado di rispettare i tempi previsti, la legge prevede che al paziente vengano proposte soluzioni in base alle specifiche esigenze. Può, per esempio, richiedere che la prestazione sia fornita intramoenia corrispondendo il ticket.

La legge prevede inoltre che le Regioni (entro tre mesi dalla lontana entrata in vigore), avrebbero dovuto sin da allora disciplinare i criteri e i tempi tra la richiesta e la l’erogazione delle prestazioni.  Non solo. Nel caso di inadempienza delle regioni la legge prevede che sia il Ministro della Sanità a provvedere nell’interesse degli utenti.

Tutti questi obblighi sono stati del tutto disattesi, nel silenzio generale.

Un atteggiamento che consideriamo inammissibile e gravemente lesivo del diritto alla salute dei cittadini. Per questo ci uniamo alle richieste di Agenparl al Ministro Lorenzin, per chiedere conto dello stato di mancata attuazione della legge e dei gravi danni causati dalla conseguente rinuncia alle cure da parte di troppi cittadini.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]