Mercoledì, 21 Novembre 2018 15:49

Aviazione Civile. Cordoglio per Giuseppe Carabba

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il 19 novembre è scomparso prematuramente l’Ing. Giuseppe Carrabba, Direttore Centrale Regolazione Aerea, figura di rilievo nel settore del trasporto Aereo nazionale ed internazionale, il suo costante lavoro, accompagnato da grande entusiasmo e spirito vitale, ha permesso la realizzazione di importati progetti e iniziative a favore della crescita della cultura della sicurezza e della costruzione di una autorità dell’Aviazione Civile vicina al passeggero e  promotore di un ruolo importante delle imprese nazionali nel contesto europeo.

Ha rivestito cariche di prestigio presso i maggiori organismi nazionali ed internazionali di settore, quali l’Agenzia Europea della Sicurezza  EASA, l’ICAO, l’ECAC, IFSC, raggiungendo risultati di eccellenza e avendo sempre cura di bilanciare e salvaguardare l’interesse pubblico e lo sviluppo in sicurezza del settore nazionale. È stato, promotore e Presidente della "Fondazione Giuliana Tamburro Onlus”, in memoria dell’amica , collega ingegnere dell’ENAC Giuliana Tamburro, vittima del terribile terremoto che ha colpito L’Aquila nel 2009, con scopo di attività di istruzione e formazione in ambito aeronautico. Gli si riconosce la capacità di aver trasformato il dolore per una perdita incolmabile per un opportunità di scambio e di amore. 

Il mondo dell’Aviazione Civile perde un grande professionista, leale, responsabile che ha vissuto la sua vita all’insegna della passione nei valori fondamentali di onestà e servizio, sempre attento alle esigenze del passeggero in particolare di quello “diversamente abile”. La sua dipartita lascia un immenso vuoto nel panorama nazionale ed internazionale. L’elogio và all’uomo , al leader, al grande professionista  che ci ha insegnato che il cambiamento avviene solo quando le persone ne sono coinvolte e si uniscono per raggiungerlo, un leader che ha sempre sognato per questo paese una grande Autorità dell’Aviazione civile che sapesse ascoltare, promuovere e allo stesso tempo fosse motore di innovazione per il sistema paese , quindi in grado di guardare sempre avanti rafforzando le competenze interne al fine di assumere rilievo nel panorama europeo.

Gli amici, i colleghi, i compagni di avventura e tutti coloro che hanno avuto la fortuna di stargli accanto si stringono intorno alla sua cara famiglia e vogliono raccogliere la sua eredità in modo che il suo spirito si diffonda tra tutti gli operatori e scuota in positivo l’intero settore perché “ quello che si può sognare …. si può anche realizzare” e per chi rimane è un dovere perseguire quel sogno in suo onore.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]