Print this page
Lunedì, 24 Dicembre 2018 10:52

Concorso. Filma la bellezza con il tuo Smartphone

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Bulli ed eroi. Un viaggio nella bellezza come antidoto alla società anestetizzata. Dead line per invio lavori il 7 gennaio 2019 : Filma la bellezza in 7 minuti con il tuo smartphone

SIENA - Nella città del Palio lanciato il Concorso: Viaggio a Siena e dintorni. Luoghi dell'anima e luoghi geografici. Filma la bellezza in 7 minuti con il tuo Smartphone. I più piccolo potranno partecipare con una foto o un disegno.

Una iniziativa rivolta al bullismo che intende indirizzare i ragazzi ad un buon utilizzo dei mezzi informatici, al rispetto per l'ambiente e alla conoscenza del territorio nazionale.

Suddiviso in tre sezioni con premi che tendono a valorizzare la cultura, il Concorso itinerante si sposterà negli anni nelle più belle location dell'Italia.

Il vincitore della sezione 6-13 anni riceverà un Cofanetto con i film di Walt Disney e Hayao Miyazaki, il vincitore della sezione 13-18 anni riceverà una visita guidata a Cinecittà e un riconsocimento dai ragazzi del Rotaract di Roma, il vincitore della sezione 18-25 anni riceverà uno worshop intensivo presso il Centro Sperimentale di Cinematografica.

L'Evento sarà realizzato con il contributo della Banca CRAS.

La dead line è prevista per il 7 gennaio 2019 e la premiazione è prevista per il 7 febbraio, giornata dedicata al bullismo con sorprese di grande fascinazione.

Lanciato il 30 novembre a Siena dal Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive con la partecipazione di CRAL-MPS e Mens Sana Scacchi e il Patrocinio del Comune di Siena, della Provincia di Siena, della Camera di Commercio di Arezzo e Siena, dell'AGE, del GSA, del SNCCI, della CONSCom, di Tulipani di seta nera, di Atelier Lumière, l'incontro a più voci dedicato al fenomenod el bullismo ha voluto offrire un punto di vista originale per affrontare il fenomeno. Arte, Musica, Cinema, Cultura e..Neuroscienze intesi come mezzi per passare dalla bellezza esteriore a quella interiore.

Coordinata da Paola Dei, psicoterapeuta e critico cinematografico, la manifestazione ha visto la partecipazione della rappresentante nazionale dell'Associazione genitori, di dirigenti, docenti, genitori e studenti, alla ricerca di strade possibili da percorrere.

In particolare il fenomeno è stato trattato sulla scia delle riflessioni di Hillman, confermate dalle neuroscienze, che si ricollegano all'intuizione dei greci e, in maniera particolare all'opera di Dostoevkij, i quali non vedono nella bellezza un' idea apriva di spessore o un ornamento con cui mascherare le bruttezze, ma un principio da mettere in pratica tutta la vita e da tradurre nelle relazioni interpersonali. Il divertimento maniacale, i luoghi iper rumorosi, le bevande, lo zucchero, i bambini impasticcati, il caffè che stimola e tiene svegli, lo sviluppo dei muscoli e il sempre meno sviluppo della sensibilità che viene soppiantata da dinamiche di potere, le critiche spietate a chi non soddisfa le nostre aspettative, lo sminuimento dell'altro per apparire, non favoriscono il risveglio da quella che lo psiconalista ha definito la società delle solitudini che vivono dentro la caverna di Platone, caratterizzata da un mondo di ottusi, bloccati, spenti e da tante solitudini. 

Società anestetizzate e incapaci di recepire il bello. Impressionanti i dati forniti dall'Istat dove viene evidenziata la crescita esponenziale del fenomeno a fronte di iniziative volte alla prevenzione. 

Per info visitare la pagina facebook:"https://www.facebook.com/events/1958916994194652/ www.psycofilm.it sezione eventi

 

 

Redazione

Correlati

Ultime da Redazione

Related items