Domenica, 30 Giugno 2019 10:04

Sport. La Vela e il mare, tra sfida e sogno

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Quan Adriano Cardi, giovane atleta della lega navale di Ostia, che con il suo Optimist ci fa sognare 

ROMA - Quan Adriano Cardi numero velico ITA 9172, ha 13 anni e nonostante la sua giovane età è già un grande atleta. Ha iniziato vela da bambino ricevendo grandi soddisfazioni. È uno sportivo a tutto tondo, infatti, oltre alla vela pratica karate ai massimi livelli.

Il mio percorso nella vela è iniziato anni fa’ con Simone Scabardi con lui sono cresciuto molto a livello atletico, poi sono stato affiancato da Paolo Mariotti, con cui sto fronteggiando nuovi importanti traguardi. Ho delle grandi emozioni quando sono in mare. In regata senti l’adrenalina che ti spinge a dare il meglio di te per chiudere la competizione al massimo, non solo per te stesso ma anche con i compagni con cui fai gioco di squadra.  Durante le trasferte lontano dalla famiglia impari a cavartela da solo, a gestire le tue cose. Ti fa sentire più autonomo.

Come tutti gli sport anche nella vela esiste una forte competizione, come riesci a gestire la tensione e a superare i momenti difficili?

Ci sono momenti bui in cui ti scoraggi ma poi c’è l’allenatore che ti motiva e allora diventi ancora più deciso di prima.  Stavo per entrare nel mondiale Europeo, per un passo non ci sono rientrato, è stato difficile, ma mi sono fatto forza e ho deciso di guardare avanti e riprovare il prossimo anno. Da sportivo accetto le sfide e mi impegno per raggiungere gli obiettivi prefissati, in questo anche il karate mi ha aiutato a mantenere la disciplina ed una sana competizione. 

Da Ostia e da questo circolo la “Lega navale Italiana” sono partiti molti atleti con grandi risultati, racconta Paolo Mariotti. 

Mariotti ha un ottimo curriculum da atleta, a 19 anni ha iniziato ad allenare i bambini seguendo molti ragazzi che hanno vinto vari titoli. Laureato e con una carriera davanti, ha deciso di sostenere la passione per la vela scegliendola come professione a tempo pieno. Ha vissuto grandi emozioni con questi ragazzi e descrive l’orgoglio di allenare a questi livelli atleti come Quan Adriano.

Questo sport ha un aspetto educativo per la vita. L’amore per il mare e il senso di lealtà che caratterizza ogni sportivo

Per Quan Adriano la passione per il mare ha una grande importanza.

Amo il mare, a volte ti capita di vedere i delfini mentre sei in acqua e ti senti libero. Gestire il tuo mezzo in regata ti da molta carica, è bello arrivare, così come tifare per i tuoi compagni.  Ti educa nella vita perché ti insegna ad essere fiducioso in quello che fai, a credere in te stesso. Se fai una scelta ci devi puntare, al cento per cento.

Mariotti da grande atleta ci espone il significato più importante della vela.  

È uno sport completo che richiede una buona componente atletica, si svolge in un contesto naturale. La variabile del vento e i campi di regata molto ampi da gestire richiedono tempi lunghi di concentrazione.

Serve capacità organizzativa e impegno; per questi motivi la vela fa crescere, in un contesto sportivo sano.  Adriano in particolare è un atleta già formato capace di regatare, si vede la formazione fatta con Simone Scabardi, quello che colpisce è anche la capacità di saper affrontare i momenti difficili e di gioire degli aspetti positivi. Vedere nei suoi occhi la luce di chi ha la spinta di arrivare nonostante tutto, va al di là del risultato stesso.  È un atteggiamento vincente, che alla sua età è straordinario e caratterizza il talento di un atleta.

Quan Adriano ti sei qualificato ad Anzio alla selezione zonale, per accedere ai Campionati Nazionali di categoria della classe Optimist, che si disputeranno tra la fine di agosto e l’inizio di settembre a Reggio Calabria.  Quali sono le prossime tappe?

Oltre a disputare la regata dei campionati Nazionali a Reggio Calabria il mio obiettivo più grande è il mondiale del prossimo anno a riva del Garda.  Sicuramente non mi fermerò, sono pronto a nuove e grandi sfide. 

 

Quando si varca l’arco d’ingresso al tempio dei sogni, li, proprio li, c’è il mare…

(Luis Sepulveda)

Last modified on Domenica, 30 Giugno 2019 10:59

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Andrea Camilleri, “contastorie” per sempre

Andrea Camilleri se ne è andato, a 94 anni,  mentre un suo racconto, l’ennesimo, era appena uscito in libreria e mentre si era appena spenta l’eco televisiva dell’ottava replica del...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Leggere i dati sull’economia. La storia dell’ESM raccontata dall’interno. Sovran…

Pochi giorni fa è stato diffuso dall’ESM, uno degli enti che è stato protagonista assoluto della storia economica contemporanea, un libro che ripercorre quanto avvenuto negli ultimi anni. Safeguarding the euro...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]