Sabato, 15 Ottobre 2011 11:50

“Io Faccio La Spesa Giusta”. La campagna promozionale del commercio equo e solidale

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Fino al 30 ottobre, cene, degustazioni, giornate di promozione, sconti e informazioni per cambiare il modo di fare la spesa



ROMA - Prende il via oggi l’ottava edizione di Io faccio la spesa giusta, la campagna di promozione del commercio equo e solidale certificato, realizzata da Fairtrade Italia, il Consorzio che nel nostro paese gestisce il marchio internazionale di certificazione Fairtrade, in collaborazione con Legambiente e gli altri soci del Consorzio.

E fino al 30 ottobre sono tanti gli appuntamenti organizzati per sensibilizzare i consumatori sull’importanza di fare una spesa critica, un gesto quotidiano che, fatto con consapevolezza, può permettere di sostenere economie alternative, agricolture e produzioni sostenibili del sud del mondo, le più colpite dalle conseguenze dei mutamenti climatici e dove i lavoratori sono spesso sfruttati.
Supermercati, librerie, ristoranti e piazze di tutta Italia, saranno anche quest’anno teatri  dell’iniziativa che promuoverà cene, degustazioni, giornate di promozione e sconti coinvolgendo i soci del consorzio insieme alle principali insegne alimentari italiane, oltre ai produttori e alle grandi catene di distribuzione internazionali che hanno scelto di investire in questo tipo di commercio.
Molte le iniziative che i circoli di Legambiente hanno programmato sull’intero territorio nazionale per informare sui principi del commercio equo e solidale e per conoscere i prodotti certificati Fairtrade e un sistema di produzione e di commercio alternativo che tutela i piccoli produttori del sud del mondo e promuove l’adozione di metodi produttivi più sostenibili ed etici.
Dal riso al cioccolato, dai cereali alla frutta secca, dalle spezie al caffè sono tanti gli ingredienti che saranno mescolati insieme in occasione delle iniziative culinarie organizzate dai volontari di Legambiente durante le prossime settimane.


Dalla cena equosolidale di Modena in programma il 23 ottobre a quella del 28 ottobre a Potenza dove il circolo Ken Saro Wiwa propone un banchetto tipicamente marocchino mescolando i prodotti freschi biologici e locali con quelli del commercio equo. E poi sabato 5 novembre a  Bologna si brinderà con un aperitivo equo presso la sede di Legambiente Bologna.
Ma sono molti anche i punti informativi che i volontari allestiranno nelle piazze cittadine, dentro e fuori i punti vendita e nelle sedi dei circoli. Da Potenza a Modena, da Bibbiena (Arezzo) a Padova, da Città di Castello (Pg) a Milano, da Torino a  Limena (Pd), da Fermo a Campobasso, in tutt’Italia si potranno conoscere i criteri che sostengono le produzioni a marchio Fairtrade.
E per estendere e approfondire l’informazione sulle ricadute positive che un acquisto equosolidale può avere anche per salvaguardare i diritti dei lavoratori e contrastare il riscaldamento globale, Legambiente ha dedicato uno speciale dossier nel numero di ottobre del suo mensile La Nuova Ecologia: esperienze e storie che raccontano un modello produttivo che garantisce basso impatto e dignità.
Per scoprire tutti gli eventi di Io Faccio la Spesa Giusta visita  www.fairtradeitalia.it/spesagiusta

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]