Venerdì, 03 Dicembre 2010 15:16

Ateneo di Tor Vergata: proseguono le mobilitazioni studentesche. Le foto

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - Gli studenti che dal 29 novembre stanno occupando le facoltà di Scienze, Lettere e Filosofia della seconda Università di Roma hanno organizzato un lungo corteo che ha paralizzato per diverse ore un'ampia zona di Cinecittà Est, Anagnina, Tuscolana e Torre Maura.


Insieme a loro, decine di studenti provenienti dai due istituti superiori “Pertini” e “Amaldi”. In centinaia si sono ritrovati presso la facoltà di Scienze per partire alla volta del Rettorato e poi invadere le maggiori arterie bloccando il traffico.
All'estrema periferia di Roma, a un'ora e mezza dal centro della città , siamo andati a vedere cosa accade all'interno delle occupazioni, cosa vogliono, per cosa protestano e come si organizzano i ragazzi e le ragazze che studiano e, spesso, già lavorano precariamente.

Ci spiegano che questa protesta nasce dal 2008, quando per 50 giorni e 50 notti alcuni di loro organizzarono l'occupazione della facoltà di Lettere, sempre tra protesta e proposte, che culminarono con cortei di migliaia di persone, la clamorosa contestazione a Italo Bocchino, lo spettacolo di Ascanio Celestini in auditorium e un'assemblea nazionale con studenti provenienti da Padova, Milano, Napoli, Firenze, Pisa e Cosenza.

Le lezioni non sono bloccate ma numerosi ricercatori si sono rifiutati di fare i corsi per protestare anche loro contro il disegno di legge Gelmini: si tratta di circa il 40% del totale.
A Scienze,  invece, per due settimane agli inizi di ottobre non hanno fatto lezione neanche i docenti, in solidarietà ai precari della ricerca. I ragazzi hanno sacchi a pelo e tende, occupano gli spazi comuni della facoltà di Lettere mentre a Scienze c'è un'intera zona, comprese alcune aule, che viene tenuta occupata anche di giorno.
“Umanisti” e “scienziati” uniti quindi per combattere contro i tagli, che significano più tasse, il blocco del turn-over al 20% che diminuisce la qualità della didattica e accentra il potere nelle mani di pochi baroni, contro l'ingresso dei privati nel CdA e la fine di ogni speranza per chi volesse intraprendere la strada della ricerca.

Di giorno si svolgono le varie iniziative, tra cui diversi corsi autogestiti “Senza dare crediti a nessuno, perché siamo contro anche le precedenti riforme che hanno smantellato il sapere e lo hanno ridotto a una merce di scambio”, come tengono a precisare con chiaro riferimento alla “3+2” di Zecchino-Berlinguer, alla Moratti e perfino la Ruberti che provocò mobilitazioni simili in tutta Italia oltre 20 anni fa, note sotto il nome del “Movimento della Pantera”.
Insomma, ragazzi e ragazze ben consapevoli di quello che stanno facendo e che ieri sera hanno esultato alla notizia dello slittamento del voto sulla legge Gelmini al Senato: infatti, il Ministro dell'Istruzione puntava apertamente a far approvare il suo progetto prima del voto di fiducia già fissato da tempo per il 14 dicembre ma la conferenza dei capi-gruppo lo ha posticipato e non è detto che il Governo esisterà ancora tra due settimane.

Anche se non intendono fidarsi dei “giochi di Palazzo” perché non ripongono fiducia nei partiti, né di maggioranza né di opposizione e per questo continueranno le occupazioni decidendo di volta in volta quali azioni intraprendere.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Coronavirus, prove tecniche di estinzione?

Più volte, nel corso della storia, l’umanità ha temuto per la propria sopravvivenza. Il grido “E’ la fine del mondo” è risuonato ogni volta che eventi inspiegabili hanno sorpreso i...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo d…

Coronavirus. ArpaLazio e L’Università di Tor Vergata sperimentano un metodo di prova per valutare l’efficacia delle mascherine chirurgiche

Dai laboratori la sperimentazione di un metodo di prova per valutare in maniera fisica l’efficacia e contrastare l’emergenza 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]