Venerdì, 30 Marzo 2012 15:52

Campagna internazionale “Città più sicure per i ciclisti”. L’Italia aderisce con #salvaciclisti

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

Il 28 aprile la manifestazione nazionale a Roma. Legambiente: “servono strade più sicure per i ciclisti e gli utenti della strada”


ROMA - Dalla Gran Bretagna all’Italia la campagna internazionale “Città più sicure per i ciclisti” unisce tutti. Lanciata dal quotidiano britannico Times di Londra, l’iniziativa, ribattezzata nella Penisola con il nome “#salvaciclisti”, è stata rilanciata dai blogger e dagli utenti dei social network, che hanno rivolto un appello alle istituzioni ed ai sindaci delle città italiane. L’obiettivo è chiedere l’adozione di misure per una maggiore sicurezza stradale per chi usa la bicicletta in città fermando così la lunga lista d’incidenti, spesso mortali, che avvengono sulle strade. Un appello sostenuto anche da Legambiente, che da anni ribadisce l’importanza degli spostamenti su due ruote, senza motore, e la relativa sicurezza stradale.

“Oggi chi decide di spostarsi in maniera sostenibile ed ecologica rischia spesso la vita. Le giungle d’asfalto rappresentano una minaccia per chi si muove soprattutto in bici. Servono misure urgenti che rendano le strade più sicure per i ciclisti e per tutti gli utenti; le piste ciclabili non bastano, occorre lavorare per rendere possibile la convivenza con le auto e gli altri mezzi di trasporto che circolano ogni giorno” - spiega il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza.
“Senza contare che per le piste ciclabili urbane l’Italia è in ritardo cronico rispetto al resto dell’Europa: l’intera Penisola dispone di 3.297,2 chilometri di piste, l’equivalente di sole 3 città europee (Stoccolma, Hannover e Helsinki) - aggiunge il presidente dell’associazione - Le amministrazioni dovrebbero quindi prendere provvedimenti concreti sia per rendere le città le strade più sostenibili sia per realizzare più piste ciclabili”.

E la voglia di cambiare c’è. Milano, Roma, Firenze, Bologna, Reggio Emilia, Napoli sono le città che al momento hanno aderito all’appello di #salvaciclisti. A Milano, ad esempio, il comune ha scelto Twitter per sensibilizzare gli automobilisti al rispetto e all'attenzione di ciclisti e pedoni. Tutti gli utenti del social network possono, infatti, scrivere delle brevi frasi che vengono pubblicate sui  pannelli stradali. Roma, invece, si sta preparando per la manifestazione nazionale del 28 aprile in via dei Fori Imperiali, in contemporanea con un’identica mobilitazione, che si terrà a Londra. Nella capitale romana i ciclisti faranno una pedalata simbolica per chiedere ai sindaci un impegno concreto per una mobilità ciclistica più sicura.

Last modified on Venerdì, 30 Marzo 2012 15:56

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

L’artista dei musei

Enrico Meneghelli, The Picture Gallery in the Old Museum, 1879 (Museum of Fine Arts, Boston)  Nato nel 1853, italiano d’origine, Enrico Meneghelli emigrò negli Stati Uniti facendo di Boston e New...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

Farmaceutica. La filosofia “Lean transformation” è realtà

ITC Farma investe 5 milioni per una produzione di qualità   L’azienda farmaceutica pontina, leader a livello nazionale nel contract manufacturing, ha deciso di investire nel corso del 2020, altri 5...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]