Giovedì, 09 Dicembre 2010 17:42

Uniti contro la crisi. Quarto giorno nel tetto della regione Lazio. Domani scatta la mobilitazione

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

ROMA - E' una situazione esasperata quella che ha portato sette persone di "Uniti contro la crisi" a rimanere da quattro giorni sull'impalcatura del tredicesimo piano della sede regionale del Lazio.

I magnifici sette, così gli hanno ribattezzati, non scenderanno finchè la governatrice Renata Polverini non deciderà di incontrarli.  "Oggi è il quarto giorno che siamo sui tetti e da qui lanciamo un appello a tutti i lavoratori, ai precari, ai senza casa e ai senza reddito del Lazio di partecipare alla manifestazione che partirà domani alle 16 dalla Regione", ha detto Pio, uno dei sette precari che da giorni si trova sulle impalcature esterne della Regione Lazio. "Noi sette tra mille disagi stiamo bene. Solo una ragazza ha avuto mal di gola e le hanno portato delle medicine - ha aggiunto Pio - Noi siamo disposti a scendere ma solo quando dalla Polverini arriverà l'apertura ad un confronto".


Intanto domani partirà l'ennesima mobilitazione proprio dalla  regione Lazio di Via Cristoforo Colombo, sede della Giunta.
La parola d'ordine è "Assediamo palazzo Polverini". In una nota i movimenti precisano: "Siamo sempre più convinti che la strada da percorrere è quella che abbiamo scelto, come testimoniano anche i numerosi attestati di solidarietà e l'incoraggiamento a non mollare da parte di chi vive le nostre stesse condizioni precarie di vita.
La governatrice continua a insistere sul nostro metodo, ma non dice nulla nel merito delle questioni che poniamo con forza: i temi della casa, del reddito, del lavoro, degli ammortizzatori continuano infatti a non trovare risposte. La Polverini e la sua giunta devono comprendere che la nostra è soprattutto un'irruzione sul bilancio con strumenti non convenzionali, colpiti come siamo da tagli, licenziamenti, precarietà e disoccupazione. Un bilancio che deve essere modificato a favore dei nostri bisogni e che non può guardare esclusivamente agli interessi della rendita e delle banche. Cancellare la legge sul reddito e scegliere soluzioni non compatibili con la crisi attuale, così come propone l'assessore Zezza, ci sembra una follia alla quale opporsi."

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Musei, Minoranze e Alternative Experts. Le istituzioni museali possono oggi bene…

Durante un simposio tenuto in ottobre da ABC Citta’ a Milano, si è ragionato su come sradicare dai musei i vecchi stereotipi culturali e sfruttare tali istituzioni e il loro...

Giulia Maria Wilkins - avatar Giulia Maria Wilkins

"Più libri più liberi". I miei cinque giorni nella “Nuvola della spera…

ROMA - I numeri di "Più libri più liberi" – la Fiera Nazionale della Piccola e Media editoria, organizzata dall'Associazione Italiana Editori (AIE) e ospitata dal Roma convention center - La Nuvola...

Letizia Ghidini - avatar Letizia Ghidini

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]