Alessandro Bongarzone

Alessandro Bongarzone

?ubblicista, esperto di comunicazione e multimedialità si occupa di formazione e comunicazione

Giovedì, 15 Novembre 2012 16:44

Chi assaltava le sedi sindacali?

RAVENNA - Non nascondo che ieri sera, durante la visione del TG, ho avuto non poco disagio e molta difficoltà nel “tentare” di spiegare a mia figlia (8 anni) - che già legge e fa di conto - cosa mai ci facessero “tutti quei ragazzi urlanti, violenti, cattivi e spaventosi” in quel palazzo bolognese su cui campeggiava la bandiera della CISL, che lei ben conosce per frequentazione diretta, oltre che “familiare”.

RAVENNA - “Quando stamattina (ieri 8 novembre n.d.r.) abbiamo appreso dell’assoluzione del presidente Errani, abbiamo tirato un sospiro di sollievo. Non perché sospettassimo della sua buona fede ma perché una “condanna” avrebbe potuto mettere fine ad un’esperienza di buon governo fondato sulla concertazione e sulle esigenze dei cittadini”.

RAVENNA - C’è qualcosa che non quadra! In tutte le “celebrazioni” - sia laiche che religiose - per il 50° anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II, c’è qualcosa che sfugge ed è: “Perché?”.

RAVENNA - Si chiama Antonio Piazza, di mestiere - a Lecco - fa il presidente dell’ALER (azienda lombarda per l'edilizia residenziale) e, come tutte le persone importanti, va sempre di fretta. Anche l'altro giorno quando, arrivato di fonte alla sede dell'ente, non trova altro parcheggio che uno stallo per disabili dove, comodamente, trova ricetto la sua povera "jaguar".

RAVENNA - Come sempre accade ai personaggi scomodi o, perlomeno, dalla controversa   e inquietante personalità (soprattutto se valutata alla luce della vigente, cosiddetta, “normalità”), nei giorni immediatamente a ridosso della sua morte, lo scorso 31 agosto, anche per il cardinal Carlo Maria Martini, si sono moltiplicate - fino allo scialo - le voci di plauso e di commossa partecipazione.

RAVENNA - Anche all’interno della stessa parte politica, ci sono - sempre - almeno due modi di interpretare il “ruolo” di amministratore/rappresentante pubblico.

RAVENNA - Pur consapevoli del dolore che gli si arrecherà, prima o poi, qualcuno dovrà assumersi l'onere di svelare a "professori" e "professorini" il nome dei veri responsabili dello sfacelo italiano e la vera portata dei loro misfatti.

RAVENNA - Bogdan è un ragazzo polacco, sposato con Dorota (Dora per gli amici) e padre di due figli: Laura di 7  anni e Daniel di 19 mesi. Bogdan e Dorota sono due dei tanti “immigrati” che, venuti in Italia in cerca di fortuna, hanno di fatto contribuito - con il loro lavoro (spesso pesante e scansato dagli autoctoni) - ad ampliare la ricchezza di questo territorio e della sua comunità.

RAVENNA - Mentre rimango in attesa che una “seria” commissione di studi definisca se sia più censurabile: portare la “scorta” all’IKEA a far compere (facendogli spingere il carrello); costringere la “scorta” a riaccompagnare un gruppo di “zoccole” a casa dopo che abbiano partecipato, (le zoccole, non la scorta), a serate di sfrenato “burlesque” oppure ancora, in nome della laicità, commettere un reato (punito anche in Italia con la reclusione fino a 3 anni) e, rubando documenti e posta direttamente dalla scrivania del “pontefice”, farne un best seller, mi capita - come a tutti - talvolta di aver a che fare con il Servizio Sanitario Nazionale.

RAVENNA - Sono convinto - e non da oggi - che rispetto al crollo dell’impegno politico e sindacale di due intere generazioni la responsabilità sia da attribuire, oltre che ai mutati rapporti di forza; alla finanziarizzazione globale dell’economia e alla sconfitta subita in FIAT nel 1980, anche al clima di violenza che le organizzazioni terroristiche hanno messo in campo tra la fine dei ‘60 e la metà degli ’80.

Pagina 1 di 6

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]