Rita Ricci

Rita Ricci

In virtù del grande successo di pubblico - oltre 120 mila presenze - e critica per la mostra “Impressionisti segreti”, ospitata sino all’8 marzo 2020 nel secentesco palazzo Bonaparte, a pochi passi da Piazza Venezia, storica dimora della madre dell’Imperatore Napoleone Bonaparte a Roma, prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia, il 10-11 e 12 febbraio verrà proiettato nelle sale cinematografiche il docu-film prodotto e diretto dal regista Daniele Pini.

Non manca il divertimento in “Arsenico e vecchi merletti” per la regia dell’inimitabile Geppy Gleijeses, in scena sino al 19 gennaio al teatro Quirino di Roma, con le intramontabili Annamaria Guarnieri e Giulia Lazzarini.

“Tutte le famiglie felici si somigliano: ogni famiglia infelice è disgraziata a modo suo”. Ed è proprio questa citazione di Lev Tolstoj a carpire a pieno il significato di “Il cielo sopra il letto” (Skylight) di David Hare, in scena sino al 5 gennaio al teatro Eliseo di Roma.

Torna in scena a Roma, sino al 23 dicembre, “La piccola bottega degli orrori”, un musical di fama internazionale che incanta il teatro “Sala Umberto”  dopo quasi 20 anni di assenza, per la regia e adattamento di Piero Di Blasio.

“I tesori del Cuore” è uno spettacolo di musica da camera, danza e poesia ideato dalla violinista albanese Anyla Kraja e scritto a quattro mani dalla regista Angela Ceruti e l’attore Alen Xhafa con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica d’Albania in Italia, che rimette al centro dell’arte: le emozioni e la spiritualità, andato in scena il 14 dicembre al teatro Quirino di Roma.

Nella cornice del “Macro Asilo” il museo di Arte Contemporanea  al civico 138 di Via Nizza in Roma è andato in scena dal 13 al 15 dicembre un esperimento poli-sensoriale: “Il Concerto con Leucò” di Agnese Ricchi, ideatrice, regista e protagonista ispirato all’opera “Dialoghi con Leucò” di Cesare Pavese.

Un esperimento drammaturgico ambizioso è “L’onore perduto di Katharina Blum”: spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Heinrich Boll in scena al teatro Eliseo di Roma sino al 15 dicembre.

Roma - Al Teatro Quirino è da poco calato il sipario sul “Mastro Don Gesualdo”: un vero e proprio capolavoro per la regia di Guglielmo Ferro con l’imitabile Enrico Guarneri. 

«Tina è una moderna Amélie che vive in un mondo fantastico, pur essendo sempre conscia della sua realtà». A dirlo è l’impareggiabile Lunetta Savino impegnata sul palco del Piccolo Eliseo a Roma con “Non farmi perdere tempo: tragedia comica per donna destinata alle lacrime”. 

È l’invidia, nella sua manifestazione più feroce, ad andare in scena al Teatro Quirino di Roma con “Amadeus” di Peter Shaffer, per la regia del talentuoso russo Andrei Konchalovsky.

Pagina 1 di 21

Cerca nel sito

300x300-picasso.gif

300x300haring.gif

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Opinioni

Intervista a Pier Francesco Geraci: Ratemeup il tool per valutare (bene) il tuo …

Come valutare se la vostra azienda sta sfruttando al massimo il potenziale del digital marketing? A rispondere è Pier Francesco Geraci, CEO di Traction, società leader nel performance marketing che lancia...

Giuseppe Giulio - avatar Giuseppe Giulio

Università Sapienza. Nasce Techne e la gestione diventa ISO 9001

Il Dipartimento di Chimica e Tecnologia del Farmaco, l’espressione di una eccellenza tra ricerca e didattica dal respiro internazionale 

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]