ROMA - Il verdetto di primo grado emesso oggi all’Aja dal Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia, in cui l’ex leader serbo-bosniaco Radovan Karadžic è stato giudicato colpevole di genocidio e altri gravi crimini di diritto internazionale, segna per Amnesty International un importante passo avanti in direzione della giustizia per le vittime del conflitto armato della Bosnia ed Erzegovina.

Giovedì, 24 Marzo 2016 17:35

Verità per Giulio Regeni. L'appello di Amnesty

Scritto da

ROMA - Alla vigilia del secondo mese dalla scomparsa al Cairo del giovane ricercatore italiano Giulio Regeni, il presidente di Amnesty International Italia Antonio Marchesi ha rilasciato la seguente dichiarazione: “La richiesta di ‘Verità per Giulio Regeni’ è stata fatta propria da tutta la società italiana, che non accetterà versioni di comodo, né permetterà che cali il silenzio sulla vicenda.

ROMA - Il rimpatrio forzato di una trentina di richiedenti asilo provenienti dall'Afghanistan, poche ore dopo la firma dell'accordo tra Unione europea e Turchia, mostra come l'attuazione di questo accordo possa mettere a rischio la vita dei rifugiati.

ROMA - Alla vigilia del primo anniversario dell'inizio del conflitto dello Yemen, Amnesty International ha chiesto agli stati (tra cui Usa, Regno Unito e Italia) di interrompere tutti i trasferimenti di armi destinate a essere usate nello Yemen, in modo che non si alimentino ulteriormente le gravi violazioni dei diritti umani che hanno finora avuto conseguenze devastanti per la popolazione civile.

Il 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia, parte da Genova l’iniziativa “Floating Poems”

BRUXELLES -  - Ventotto giubbotti di salvataggio, uno per ognuno degli Stati membri dell'Ue, e il messaggio, a caratteri cubitali su un pannello elettronico, "Non commerciate i rifugiate, fermate l'accordo".

Mercoledì, 16 Marzo 2016 15:57

L'Iran contro l'Onu: 996 persone giustiziate nel 2015

Scritto da

NEW YORK - L'Iran ha denunciato oggi l'approccio ""parziale"" dell'inviato Onu Ahmad Shaheed sulla situazione dei diritti umani nel Paese dove, secondo lui, 996 persone sono state giustiziate nel 2015.

Lunedì, 14 Marzo 2016 15:22

Siria. Cinque anni di orrori

Scritto da

ROMA - Negli ultimi cinque anni, una terribile serie di violazioni dei diritti umani, compresi crimini di guerra e contro l'umanità, ha segnato la storia della Siria causando sofferenze umane su vasta scala. Lo ha dichiarato Amnesty International in occasione del quinto anniversario delle proteste antigovernative nel paese, iniziate il 15 marzo 2011.

ROMA - In un nuovo rapporto diffuso oggi, Amnesty International ha denunciato che, a seguito del rafforzamento dei controlli governativi sulle comunicazioni col mondo esterno, i nord-coreani che cercano di contattare via telefono cellulare i loro parenti fuggiti all'estero rischiano di finire nei campi di prigionia politica o in altri centri di detenzione.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]