Lunedì, 03 Ottobre 2011 07:56

Immigrazione. Hanno insabbiato tutto

Scritto da

MILANO - Hanno insabbiato tutto: è il titolo di un articolo che ho letto recentemente, e che riguarda la repressione dei migranti a Lampedusa. Hanno insabbiato tutto e continuano a nascondere la persecuzione dei migranti. Pochi sanno che i respingimenti in mare avvengono ancora e che Frontex ne è complice.

MILANO - Marcello Zuinisi (Nazione Rom) ha scritto una lettera al presidente del Consiglio e al ministro degli Interni chiedendo la convocazione di un tavolo nazionale per elaborare una strategia ed un piano nazionale di inclusione sociale della Popolazione Rom. La lettera è sottoposta all'attenzione dell'attivismo pro-Rom in Italia e - una volta racolte le firme - sarà trasmessa agli intestatari.

ROMA - Riceviamo da Unhcr, Oim, Save the Children e pubblichiamo. La preoccupazione per la prassi del trattenimento dei migranti su navi espressa dal Segretario delle Nazioni Unite e dall'Alto Commissario per i Rifugiati sono in linea con quanto denunciamo da mesi, chiedendo che siano attivati strumenti efficaci per indurre le istituzioni e le autorità italiane a rispettare la Convenzione di Ginevra, documento alla base della civiltà umana del nostro tempo. Il Gruppo EveryOne.

FIRENZE -  Ieri abbiamo parlato con l'entourage di Thomas Hammarberg, Commissario Ue per i Diritti Umani, e con alcuni europarlamentari, segnalando la situazione in cui è costretto a lavorare il fondatore di "Nazione Rom" e in particolare riguardo alle minacce di morte ricevute dall'attivista in relazione al suo impegno contro la persecuzione della comunità Rom di Turano, frazione del comune di Massa.

Mercoledì, 28 Settembre 2011 16:10

Lettera ai Rom in Italia

Scritto da

Questo testo di Marcello Zuinisi afferma con parole vere e civili l'unica filosofia di azione possibile per cambiare rotta e iniziare a occuparsi realmente dei Rom in Italia e nell'Ue, senza speculazioni e meschinità. Se giriamo la faccia di fronte ai Rom più poveri (che sono la maggioranza, in Europa), se dividiamo i Rom in categorie, se dedichiamo energie solo a quelli che già hanno iniziato - da anni - un processo di integrazione, se non capiremo che bisogna essere ispirati dai più poveri ed esclusi, avremo fallito, continueremo a fallire e rappresenteremo un pessimo esempio di attivismo umanitario. Grazie, Marcello!

ROMA - . Il Gruppo EveryOne ha ricevuto la segnalazione della fuga, avvenuta ieri, di 361 profughi eritrei dal campo UNHCR di Shegerab, nel Sudan. Fra di loro vi sono 95 donne, per lo più giovani e giovanissime, e 10 bambini. Spinto dalle durissime condizioni di vita nel campo, il gruppo ha tentato di varcare il confine con l'Egitto, per raggiungere, attraverso il nord del Sinai, lo stato di Israele, dove i rifugiati avrebbero chiesto protezione internazionale.

ROMA -  Paziente cardiopatico lui, oncologica lei. Vivono ormai da quasi vent'anni in Italia: prima a Torino, dove lui ha lavorato nell'edilizia e nella nettezza urbana, poi a Milano, quindi nelle Marche.

 Ringraziamo Vojislav Stojanovic e pubblichiamo in italiano la dichiarazione finale pronunciata dai rappresentanti del popolo Rom nell'Unione europea al recente Summit dei sindaci sui Rom, tenutosi a Strasburgo. Dopo tante direttive, risoluzioni, raccomandazioni da parte delle istituzioni Ue, ecco una nuova dichiarazione che nasce dalle drammatiche istanze del popolo Rom.

Milano, 23 settembre 2011. I rifugiati africani di Milano manifestano la loro solidarietà all'attivista del Gruppo EveryOne e del movimento cittadino "Kayak per il diritto alla vita" Georges (Alex) Alexandre, insultato, minacciato, aggredito e percosso nei giorni scorsi a Lampedusa a cagione del suo lavoro umanitario. 

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]