Lunedì, 17 Aprile 2017 09:54

Tragedia a Pasqua. Donna si immerge nel Po e scompare nelle acque del fiume

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

REGGIO EMILIA  - Tragedia nel giorno di Pasqua a Boretto, in provincia di Reggio Emilia. Una giovane donna di colore, intorno alle 17.30 circa di ieri, si è immersa nelle acque del Po in prossimità del cosiddetto 'spiaggione', e dopo pochi istanti ha iniziato a sbracciarsi per poi sparire.

La giovane era in compagnia di una ragazza, che ha immediatamente dato l'allarme al 112 dei carabinieri. I militari di Boretto e Gualtieri sono arrivati sul luogo insieme ai vigili del fuoco (sommozzatori con 2 imbarcazioni e un 1 elicottero) per le ricerche che, però, sono state interrotte con il calare della sera, intorno alle 21,00. Questa mattina le ricerche delle donna sono riprese intorno alle 6,30, ma senza risultati. Tra gli effetti personali della donna recuperati dai carabinieri non sono stati trovati documenti personali per cui non è stato possibile identificarla. Mentre le ricerche proseguono, i carabinieri di Boretto, coordinati dal maggiore Luigi Regni comandante della Compagnia di Guastalla, stanno svolgendo gli accertamenti sia per risalire all'identità della donna, sia per ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

300X300.jpg

Opinioni

Non solo coaching: da dove nascono le nostre scelte?

Come scegliamo? Una domanda semplice, ma la risposta come sarà? Altrettanto semplice?

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

La pensione statale forse è moribonda ed anche la regola del 4 per cento non sta…

La previdenza pubblica, la pensione statale, il celebre primo pilastro della previdenza individuale, minaccia sempre più di crollare, non tanto per un fallimento del nostro Paese quanto per la spinta...

Amerigo Rivieccio - avatar Amerigo Rivieccio

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077