Roberto Bertoni

Roberto Bertoni

Domenica, 01 Ottobre 2017 21:31

Pelé: il giorno in cui calò il sipario

Era il 1° ottobre 1977 quando Edson Arantes do Nascimento, universalmente noto come Pelé, disputò la sua ultima partita: un'amichevole che si tenne a New York fra il Santos e il Cosmos, le sole due squadre, oltre al Brasile, che abbiano avuto la fortuna di averlo dalla propria parte. 

Non era per nulla semplice avere vent'anni nella Roma del '77, specie se, al pari di Walter Rossi, si militava in Lotta Continua e si era animati da una passione civile e politica senza confini.  Walter cadde il 30 settembre 1977, appena ventenne, nel corso di un volantinaggio antifascista in viale delle Medaglie d'Oro, colpito da un proiettile alla nuca, abbattuto dalla barbarie di un nemico sempre presente nel tessuto profondo del nostro Paese, assassinato da una mano fascista di cui purtroppo non è mai stata chiarita l'identità.

Sarò sincero: non mi sorprende ciò che un coraggioso ricercatore universitario ha portato alla luce registrando determinate conversazione e non esitando a sporgere denuncia. Ha fatto benissimo, dimostrando un profondo senso civico che farebbe un gran bene anche a noi italiani, visto che il suddetto era per metà inglese e probabilmente forgiato dalla cultura etica di quella Nazione anziché della nostra, da sempre allevata e cresciuta a "Furbara".  

Lunedì, 25 Settembre 2017 22:34

La triste Europa che non apprezza gli statisti

Potremmo star qui a commentare la crisi storica, e diremmo quasi epocale, della sinistra europea; potremmo stigmatizzare l'assurda scelta dell'SPD di trasformarsi in una sorta di corrente progressista, e neanche troppo, della CDU-CSU; potremmo scagliarci contro la barbarie delle larghe intese, assurte a totem di questa stagione con le conseguenze che ormai sono sotto gli occhi di tutti; potremmo concentrarci su questi pur significativi dettagli ma perderemmo di vista l'aspetto più inquietante che è emerso ieri dalle elezioni tedesche.  

Domenica, 24 Settembre 2017 09:10

Il Camp Nou e il buio della Catalogna

Nel periodo più buio e travagliato della Catalogna, con un referendum devastante che si staglia all'orizzonte e mette a repentaglio l'avvenire della Spagna e dell'Europa, ci concediamo una piccola pausa per celebrare il sessantesimo anniversario del magnifico Camp Nou, lo stadio del Barcellona inaugurato il 24 settembre 1957 e che, dunque, compie sessant'anni.  

Se n'è andato a ottantunno anni "Il sergente di ferro" Eugenio Bersellini, dopo una vita trascorsa a masticare e ad insegnare calcio, a vincere e a non vedere adeguatamente riconosciuti i propri meriti.

Venerdì, 15 Settembre 2017 09:49

Maria Callas: la voce come un'opera d'arte

Ora che sono trascorsi quarant'anni dalla sua scomparsa, possiamo asserire senza remore che la vera opera d'arte di Maria Callas fu la sua voce meravigliosa.

Ricomincia oggi quel circo delle meraviglie che è la Champions League: una competizione sempre più ricca, sempre più ambita e sempre più significativa nel panorama calcistico mondiale. 

Lunedì, 11 Settembre 2017 17:05

La Vuelta di Froome, Nibali e Contador

Non c'è ne voglia il pur bravo Ilnur Zukarin, ciclista russo della Katusha giunto meritatamente terzo nella classifica generale, se nel commentare la settantaduesima edizione della Vuelta di Spagna conclusasi ieri a Madrid, tralasceremo la sua persona.

Sabato, 09 Settembre 2017 08:47

Claudio Sala: il poeta granata

Era il poeta del gol, il Cruijff italiano, l'alfiere di quel tremendismo granata che negli anni Settanta ritrovò per l'ultima volta i fasti perduti a Superga in quel maledetto schianto aereo che costò la vita a una delle compagini più forti di tutti i tempi.

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077