Roberto Bertoni

Roberto Bertoni

Ciò che dà più fastidio, anzi lascia davvero sconcertati, è che di questi tempi di motivi per attaccare il PD ce ne sarebbero a iosa, tant’è che a breve li elencheremo tutti.

Mercoledì, 17 Luglio 2013 10:35

Caccia F-35. Casson, ma servono davvero?

ROMA - La vicenda degli F-35 è uno di quei dibattiti destinati a rendere ancora più rovente la già caldissima estate italiana. Il loro acquisto, infatti, pur essendo stato deplorato da quasi tutte le forze politiche in campagna elettorale è prontamente tornato d’attualità con la nascita del governissimo (i maligni azzardano addirittura l’ipotesi che sia stata una delle cause principali della nascita di questo strano esecutivo), in barba alle promesse fatte agli elettori e, ci permettiamo di aggiungere, al buonsenso che consiglierebbe di congelare e rivedere da cima a fondo una spesa così ingente in un momento storico nel quale mancano persino i fondi per rifinanziare la cassa integrazione in deroga.

Martedì, 16 Luglio 2013 16:24

Alma, Alua, Malala: il mondo delle donne

ROMA - Ha scritto Roberto Saviano sull’ultimo numero de “L’Espresso”: “Le donne da sempre sopportano la negazione del proprio talento e la costrizione della propria bravura. Non può esistere una società che lotta perché ci sia possibilità di concorrenza, che pretenda che il talento sia premiato e, nello stesso tempo, vincoli la donna”.

Lunedì, 08 Luglio 2013 17:24

Ma noi dove eravamo in questi anni?

ROMA - Grazie di cuore a papa Francesco per ciò che ha detto oggi a Lampedusa. Grazie per la nobiltà di un gesto che è, forse, il più rivoluzionario compiuto da un pontefice da quando Giovanni Paolo II si recò in visita alla sinagoga di Roma (era il 13 aprile 1986).

Giovedì, 04 Luglio 2013 12:00

Egitto. Piazza Tahrir due anni dopo

ROMA - Ci auguriamo di non essere gli unici a non aver esultato affatto di fronte alle immagini provenienti da piazza Tahrir al Cairo. E se non abbiamo esultato è perché due anni dopo, svanite le utopie e le illusioni, siamo diventati tristemente, e a tratti un po’ cinicamente, realisti.

 

 

ROMA - Prima di addentrarci nel complesso pacchetto di riforme varato in settimana dal governo con il decreto Lavoro e dei buoni risultati conseguiti da Letta al vertice europeo di Bruxelles, è d’obbligo una premessa.

Per chi, come noi, ricorda bene le violenze e le repressioni messe in atto nel 2009 dal regime di Ahmadinejad, col plauso della suprema guida religiosa che domina in Iran dai tempi di Khomeini, è bellissimo poter commentare le immagini dei giovani riversatisi nelle strade di Teheran per festeggiare la vittoria elettorale del moderato Hassan Rohani.

Mercoledì, 12 Giugno 2013 12:38

Grecia, la miseria e il declino

Ciò che sta accadendo in Grecia dovrebbe indignarci quanto, e forse ancora di più, di ciò che sta accadendo in Turchia. Guai a chi dovesse cedere alla tentazione di iniziare a stilare classifiche dell’indignazione o della barbarie, ma una cosa è certa: attualmente, per instaurare un regime, esistono metodi assai più raffinati di quelli che furono utilizzati ottant’anni fa da Mussolini, Hitler e Franco. Come scrisse Montanelli, infatti, “oggi, per instaurare un regime, non c’è più bisogno di una marcia su Roma né di un incendio del Reichstag, né di un golpe sul palazzo d’Inverno.

Mercoledì, 05 Giugno 2013 14:55

La speranza dei ragazzi di Istanbul

ROMA - Una generazione che scende in piazza a presidio degli alberi del Gezi Park a Istanbul: alberi che il governo Erdogan vorrebbe abbattere per sostituirli, a quanto pare, con un centro commerciale, una caserma e una moschea.

ROMA - Guai a chi dovesse pensare che, dopo la chiusura della procedura d’infrazione per deficit eccessivo, decisa mercoledì scorso dall’Unione Europea, la crisi morale, civile, culturale ma, soprattutto, politica, strutturale ed economica del nostro Paese sia alle spalle.

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077