Sandro Marucci

Sandro Marucci

VENEZIA -“L’anno scorso a Marienbad”  di Alain Resnaisé’ la storia di una ragazzaabbordata da uno sconosciuto che sostiene di averla già conosciutain una località termale della Baviera. I protagonisti sono il nostroGiorgio Albertazzi e la francese Delphine Seyrig. Lunghe sequenze mute, primi piani interminabili,flash back a ripetizione, zero azione, atmosfere rarefatte.

“A qualcuno piace caldo” fa parte della rassegna dei migliori restauri cinematografici che la Mostra di Venezia 75 presenta sotto la sigla “Venezia Classici”.

VENEZIA - Un omaggio postumo che la Mostra di Venezia fa ad un autore  di primissimo piano,  Vittorio Taviani, che con il fratello Paolo ci ha regalato molteplici e importantissimi film d’autore.     Il 15 aprile scorso è infatti morto Vittorio, il maggiore dei due fratelli Taviani. Aveva 88 anni.  Insieme con  Paolo, più grande di due anni, ha diretto  alcuni fra i film italiani più importanti del dopoguerra. Dei Taviani, nella sezione Venezia Classici, dedicata ai migliori restauri dell’ultimo anno,  la settantacinquesima Mostra presenta La notte di San Lorenzo, del 1982. 

Martedì, 28 Agosto 2018 09:48

Venezia 75 nasconde la sua età

VENEZIA -  La Mostra del cinema di Venezia che quest’anno compirebbe settantacinque anni, in realtà è nata in pieno fascismo, da un’idea di Giuseppe Volpi, il governatore della Tripolitania che Mussolini aveva fatto nobile affibbiandogli il titolo di conte di Misurata, dall’omonima città libica appena riconquistata, e oggi nota alle cronache drammatiche dei migranti sui gommoni.

Un film di Olivier Assayas, protagonista Juliette Binoche, in concorso alla Mostra di Venezia, apre il dibattito se il libro di carta sia morto. Avrebbe dovuto chiamarsi E - book, ma il titolo è stato cambiato in Doubles vies, Doppie vite. E’la vicenda di un editore di successo e di uno scrittore stravagante che gli propone una storia d’amore scritta al computer.

Insegnanti e studenti possono salvare l’Italia. Nel suo secondo libro, Ultimo banco, edito dalla nuova casa editrice, la Solferino del Corriere della sera, Giovanni Floris lancia una pesante accusa all’attuale classe politica e insieme parole di speranza per le nuove generazioni che escono da una scuola fortemente in crisi “perché in crisi è la politica dell’Italia di oggi”. 

ROMA - Il golf è decisamente un gioco raffinato. Da due anni è sport olimpico, dopo un debutto nel 1900. Collezionare auto d’epoca non è uno sport, ma è di grande eleganza. Due mondi che non potevano non incontrarsi. Ed ecco una giornata dedicata allo stile e alla passione per avvicinare al golf i collezionisti di auto d’epoca, organizzata a Roma dall’Olgiata Golf Club con uno sponsor importante. 

Non c’è festival che rinunci alla sua “galleria dei ricordi”. Cannes non fa eccezione: dopo aver celebrato il mezzo secolo di 2001 Odissea nello spazio, approfitta dei settant’anni di Ladri di biciclette e mercoledì 16, nella sala Bunuel, il film che Vittorio De Sica girò a Roma nel 1948, sarà presentato a un pubblico di cinefili che non mancherà di tributare in applauso un omaggio finora ininterrotto.

Mezzo secolo fa, nel tormentato 1968, andavamo al cinema a vedere un film che ci lasciava tutti a bocca aperta: 2001 Odissea nellospazio, il capolavoro di Stanley Kubrick, “il film di fantascienza – come ebbe giustamente a definirlo Morando Morandini - più inquietante, adulto, stimolante e controverso che sia mai stato fatto”.

CANNES -  Uno degli interrogativi che aleggia sul palazzo del cinema a pochi giorni dall’apertura del festival riguarda un autore e un film italiano: Paolo Sorrentino e il suo Loro appena uscito in Italia in due parti. Ed è proprio nel fatto che il film è praticamente doppio (come a suo tempo lo furono Novecento di Bernardo Bertolucci e più recentemente La meglio gioventù di Andrea Giordana) sta la ragione del rifiuto da parte della direzione della rassegna sulla Croisette di prenderlo in concorso o fuori. Un pretesto?

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]