WASHINGTON – Folate di vento a tratti più forti, a tratti più fioche, quelle che hanno caratterizzato la giornata odierna sul fronte siriano. Un andamento sinusoidale condizionato dalle notizie che provengono dalla Gran Bretagna, capofila nella corsa all'armamento anti-Assad.

Published in Mondo
Mercoledì, 28 Agosto 2013 18:38

Siria. Parte il countdown, attacco imminente

ROMA - La crisi siriana non trova altri sbocchi diplomatici e ora la minaccia di un attacco missilistico da parte dell'occidente si fa sempre più strada. Il primo ministro siriano, Wael al-Halqi, ieri aveva avvertito gli Usa, oggi si fa minaccioso rivolgendosi a tutti gli avversari stranieri: "Sarà un cimitero per gli aggressori", avverte. Alle sue parole fanno eco quelle del viceministro degli Esteri Faisal Maqdad il quale punta il dito su Usa, Gran Bretagna a Francia, colpevoli di aver aiutato i terroristi che usano armi chimiche in Siria.

Published in Mondo

ROMA - Un attacco missilistico americano contro il regime del presidente siriano Bashar al-Assad potrebbe avvenire «al più presto giovedì». Lo riferisce Nbc, citando un funzionario statunitense nelle ore in cui la Casa Bianca sta intensificando i suoi sforzi per una risposta internazionale al sospetto uso di armi chimiche contro la popolazione civile a Damasco.

Published in Mondo

DAMASCO - Il governo siriano ha autorizzato gli ispettori delle Nazioni Unite a recarsi nei siti in cui vi sarebbe stato un attacco chimico che ha ucciso centinaia di civili.

Published in Mondo

SEUL - Se davvero l'esercito siriano ha usato armi  chimiche questo sarebbe un vero e proprio  crimine contro l'umanità, che tra l'altro, rischia di provocare conseguenze gravissime. E' questo in sintesi il commento di oggi del segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon da Seuo, dove si trova in visita ufficiale.

Published in Mondo

BEIRUT - L'opposizione siriana ha dichiarato che sarebbero oltre 750 le persone rimaste uccise nell'attacco con armi chimiche lanciato oggi dal regime nella regione di Damasco.  «Oltre 750 morti confermati è il risultato dell'attacco con armi chimiche in Siria», ha scritto la Coalizione nazionale su Twitter.

Published in Mondo

CEUTA – La polizia spagnola ha arrestato otto persone sospettate di aver reclutato combattenti da inviare nella guerra in Siria per conto di Al Qaeda. Il tutto è avvenuto nell'enclave nordafricana di Ceuta, cittadina battente bandiera spagnola ma dall'altra sponda del mediterraneo.

Published in Mondo

ROMA - Alla Casa Bianca si è acceso uno scontro sull'ipotesi di bombardare la Siria. Nel corso di una riunione nella stanza dei bottoni, il segretario di Stato John Kerry ha scatenato la dura reazione di Martin Dempsey, Capo dello Stato Maggiore (la più alta carica nelle forze armate statunitensi), dichiarandosi a favore di un attacco alle basi militari controllate dal regime di Bashar al Assad, alla luce della prova dell'uso di armi chimiche contro i ribelli dell'opposizione.

Published in Mondo

ROMA - La “folgorazione”  l’ha avuta a vent’anni. Giuliano Delnevo si è convertito all’Islam e ha assunto il nome di Ibrahim. Quattro anni dopo è morto in terra straniera per seguire la voce di Allah. Genovese, nato da una famiglia dignitosa e cristiana, ha deciso di seguire i ribelli in Siria nella guerra lunga e sporca contro il regime di Assad.

Published in Il punto

WASHINGTON – Gli Stati Uniti pronti a fornire armi ai ribelli del regime di Assad. Questo l'ordine esecutivo che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha firmato, incaricando di fatto la “coordinare l’invio di armi” ai ribelli siriani in lotta contro il regime di Bashar Assad.

Published in Mondo

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]