ANKARA - Proseguono le purghe del governo turco. A più di un anno dalla proclamazione dello Stato di emergenza seguito al fallito golpe del 15 luglio 2016, sono stati approvati due provvedimenti con cui vengono licenziati 982 funzionari di diversi dipartimenti.

Published in Brevissime

BRUXELLES  - Se la Turchia vuole aderire all'Unione europea, deve rispettare i valori democratici. E' quanto ha scritto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker in un articolo pubblicato oggi dal quotidiano tedesco Bild, all'indomani delle dure parole pronunciate dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan in occasione dell'anniversario del fallito golpe del 2016.

Published in Mondo

ISTANBUL - In un nuovo rapporto Amnesty International ha denunciato che il licenziamento di oltre 100.000 impiegati del settore pubblico della Turchia è stato arbitrario e sta avendo un impatto catastrofico sulle vite delle persone colpite.

Published in Diritti Umani

ISTANBUL - La Turchia è un "Paese sicuro per i giornalisti stranieri, per i veri giornalisti e per chi vuole stare in Turchia per fare giornalismo".

Published in Mondo

ANKARA - Lo stato di emergenza imposto in Turchia in risposta al fallito golpe del 15 luglio scorso si concluderà "fra circa tre mesi", secondo il responsabile della direzione generale d'informazione e stampa della Turchia, Mehmet Akarca.

Published in Mondo

ISTANBUL - Dopo nove mesi di stato d'emergenza e la recente approvazione di una proroga fino a luglio, prosegue la repressione del governo turco contro coloro che sono sospettati di essere vicini all'organizzazione dell'ex imam Fetullah Gulen, ritenuto responsabile del fallito golpe del 15 luglio.

Published in Mondo
Mercoledì, 26 Aprile 2017 11:04

Turchia: maxi retata, in manetta 800 'gopisti"

ISTANBUL - Una maxi operazione della polizia turca, che ha visto impegnati più di 8 mila agenti in 54 province della Turchia, ha condotto all'arresto di 803 persone, tutte accusate di far parte della rete "golpista" di Fetullah Gulen.

Published in Brevissime

ROMA - Con la vittoria del sì (evet) nel referendum turco, si riscrive un’altra pagina di storia. Una storia che, ultimamente, sta prendendo sempre di più un’inclinazione pericolosa, dai risvolti cupi oltre che bellicosi.

Published in Fatti & Opinioni

ISTANBUL - Potrebbero essere stati fino a 2,5 milioni i voti manipolati nel referendum costituzionale che si e' svolto domenica in Turchia, dato che -se fosse confermato- potrebbe cambiare il risultato di misura a favore del si'.

Published in Mondo

Saranno resi noti non prima di 10 giorni i risultati definitivi del referendum costituzionale sul superpresidenzialismo svoltosi ieri in Turchia, ma la commissione elettorale ha confermato la vittoria del 'si''. Un successo di misura per Erdogan, con poco piu' del 51% e un Paese spaccato in due. L'opposizione denuncia brogli sul 3-4% dei voti. Il presidente turco ha parlato di "decisione storica che tutti devono rispettare" e ha annunciato un possibile referendum sulla reintroduzione della pena di morte

Published in Mondo
Pagina 1 di 27

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 393 5048930 Società editrice ARTNEWS srl, via dei Pastini 114, 00186 Roma P.IVA e C.F. 12082801007 tel 06.83800205 - fax 06.83800208