Nani, ballerine, cocainomani il cui maggiore investimento è portare giovanissime disponibili al potente, ministri che perdono la testa davanti al sesso e diventano ricattabili, sgambetti, invidie, il tutto avvolto nel lusso. In tale caravanserraglio, dove non mancano pecorelle che stramazzano senza biberon, ove i personaggi possono essere immaginati ma non citati con il vero nome, é riconoscibile con il suo Veronica Lario, alla quale è attribuita, a ragione o a torto, una sorta di saggia autorevolezza.

Published in Cinema & Teatro

ROMA - Mettiamola così. In un Paese normale, con una classe politica normale, con regole normali, con un’opinione pubblica normale, il solo sospetto che un esponente politico e di governo possa essere in conflitto di interessi rispetto al proprio incarico basterebbe ad estrometterlo dalla scena istituzionale. Il perché è ovvio. Il dubbio che non stesse svolgendo la sua attività nel solo ed esclusivo interesse pubblico lo renderebbe poco credibile. Ergo, non attendibile e fuori dalla possibilità di ricoprire alti incarichi di governo che richiederebbero, per l’appunto, totale imparzialità. 

Published in Il punto
Sabato, 17 Ottobre 2015 08:42

Berlusconismo renziano

ROMA - In attesa di andare oltre le slide di Palazzo Chigi e di leggere i numeri reali della Legge di Stabilità 2016, a cominciare dalle coperture finora ignote, possiamo dire che un’idea del “mostro” col quale dovremo fare i conti nei prossimi mesi ce la siamo fatta.

Published in Il punto
Giovedì, 30 Aprile 2015 09:27

Italicum. Renzi peggio di Berlusconi

ROMA - “Renzi non è certo Berlusconi”. Me lo sono sentito ripetere spesso in questi mesi da quanti criticavano le mie critiche al presidente del Consiglio.

Published in Il punto

ROMA - Renzi ricorda qualcuno, quello con cui si vede spesso e con cui ha stretto il patto detto del Nazareno. Dall’Australia non ha trovato di meglio che mettere sotto accusa le Regioni per i dissesti idrogeologici devastanti di questi giorni, dimenticando - o fingendo di farlo - le primarie responsabilità dei governi in materia.

Published in Il punto
Venerdì, 18 Luglio 2014 20:29

Quattro anni, molti perché

ROMA - Quattro anni: è questo il lasso di tempo trascorso dai giorni delle “cene eleganti” che sono costate a Berlusconi un processo dai contorni apparentemente devastanti e invece conclusosi, stamattina, con un’assoluzione piena in Appello.

Published in Il punto

ROMA - La storia si  ripete. Prima  Craxi, poi Berlusconi  con Brunetta  , si cimentarono nell’ attacco ai fannulloni, ai lavoratori del pubblico impiego. Preda facile,occasione di barzellette. File insopportabili negli uffici pubblici, le mezze maniche di tanti film, pratiche inestricabili, cittadini esasperati. Ma invece di affrontare e risolvere questi problemi, non  ci vogliono grandi riforme ma una riorganizzazione della macchina ammInistrativa,  Craxi e Berlusconi, presero lo spunto per ridefinire il ruolo della  pubblica amministrazione,  il suo rapporto con lo Stato inteso come comunità di cittadini. 

Published in Il punto

“Quant’è bella giovinezza,

Che si fugge tuttavia!

Chi vuol esse lieto, sia:

di doman non c’è certezza”

Published in Il punto

ROMA -  «Incommentabili». Di più: «Assurde». A due giorni di distanza, le parole di Silvio Berlusconi su Shoah e campi di sterminio continuano a fare discutere la Germania ed oggi è intervenuto anche il portavoce della cancelliera tedesca Angela Merkel a sottolineare che, quanto detto dal presidente di Forza Italia circa il negazionismo del popolo tedesco sono, appunto, «assurdità incommentabili».  

Published in Mondo

ROMA - A poche ore da diventare ufficialmente una persona privata della libertà, condannato per frode fiscale, Silvio Berlusconi, ex cavaliere della Repubblica, ex parlamentare della Repubblica si è recato a Palazzo Chigi ed ha incontrato nel suo appartamento il presidente del Consiglio Matteo Renzi per confermare, magari con qualche limatura il patto sottoscritto al Nazareno.

Published in Il punto
Pagina 1 di 10

Cerca nel sito

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011 Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077