Giovedì, 19 Aprile 2012 00:00

“Presi nella rete. La mente ai tempi del web”: inquietante analisi sull “homo digitalis”. Recensione

Scritto da

ROMA - “Internet rende stupidi? Questa domanda non è priva di senso, se nel 2010 un intero libro è stato dedicato al tentativo di darle una riposta (…) Tuttavia, anche chi considera esagerata questo tipo di preoccupazione è d’accordo sul fatto che il web ha modificato radicalmente il nostro modo di pensare e comportarci”.


Così scrive Raffaele Simone iniziando “Presi nella rete”,  un saggio interessante e inquietante sul rapporto tra l’essere umano e il web, invenzione che – al pari di quelle di Leonardo – sta rivoluzionando la vita del pianeta. L’autore parte descrivendo il mondo, come quotidianamente lo vediamo, affascinandoci e facendoci riflettere sui condizionamenti enormi che la rete, intesa anche come trappola, provoca nella nostra esistenza.  La posta elettronica, la comunicazione virtuale, ci rendono ad esempio più facile la menzogna: sensazione che hanno sperimentato tutti coloro che amano fare amicizia “chattando”,  dove le forme di interazione fasulla si mescolano a quelle reali, riducendoci ad Avatar di una “seconda vita”.
 
Telefonini,  computer, iPad,  iPod, i media che ci circondano – che Simone chiama mediasfera – modificano profondamente le nostre abitudini, tanto quelle del corpo che quelle della mente, inducendoci in maniera maniacale a restare connessi, come avvinti da un cordone ombelicale. Nei fatti siamo “Presi nella rete”: la tecnologia digitale induce cioè  i nostri bisogni e non viceversa, i media non sono estensione dell'uomo ma è l'uomo estensione dei media. “Presi nella rete. La mente ai tempi del web” analizza  la rivoluzione silenziosa che la mediasfera produce, anche attraverso gli organi dei sensi, chiama in appello l’esibizionismo dei social network, la costituzione di forme di vita fasulle e la spersonalizzazione dell’individuo. Tutti elementi propri dell’era informatica uniti al  sorgere di inedite forme di intelligenza,  il mutare del nostro modo di leggere, di scrivere, di raccontare, il mutare del concetto stesso di autore, insomma il nostro nuovo modo di stare al mondo e di rapportarci con esso.
 
Raffaele De Simone parla di “esattamento” umano (dicesi esattamento  il caso in cui    una struttura, nata per una data funzione adattiva, si rivela utile anche per una nuova funzione)  alla situazione digitale come deformazione di una nostra ancestrale essenza che potrebbe perdere parti valide. Impossibile non convenire con lui sul fatto che la lettura non è più quella di una volta, che l’approssimazione e la superficialità possono prendere il sopravvento sulla riflessione. Che persino i movimenti di piazza, regolati telematicamente, come quelli degli Indignados, hanno la debolezza intrinseca della volatilità, che il movimentismo digitale può ridurre sino a estinguerla la discussione interna. Ma a prescindere dalla tesi che possiamo sposare  sull’avvento della nuova condizione “Presi nella rete” è un libro di rara importanza perché ci aiuta a capire la nostra epoca e ad affinare le nostre difese. Raffaele Simone, linguista di reputazione internazionale,  è autore di saggi  che hanno avuto vastissima eco nel mondo.
 
 
Scheda tecnica
Titolo: Presi nella rete. La mente ai tempi del web
Autore: Raffaele Simone
Editore: Garzanti
Pagine: 200
Anno di pubblicazione: 2012 
Prezzo copertina: 17,00 €

Bruna Alasia

Giornalista e scrittrice

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]