Sabato, 08 Settembre 2012 19:54

Venezia 69. Incetta di premi per “L’intervallo”

Scritto da

VENEZIA - Il film L’INTERVALLO di Leonardo Di Costanzo – presentato in concorso nella sezione Orizzonti alla 69 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia – si è aggiudicato i seguenti Premi:


Il Premio Francesco Pasinetti – assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani
Il Premio Fipresci - il riconoscimento della Federazione Internazionale dei Critici Cinematografici
Il Premio Lanterna Magica - assegnato dalla giuria dei Cinecircoli Giovanili Socioculturali in collaborazione con il Comitato per la cinematografia dei ragazzi
Il Premio FEDIC – assegnato alla Federazione Italiana dei Cineclub

Di seguito alcune delle motivazioni:


Premio Francesco Pasinetti:
Tra i film e i documentari presentati in tutte le sezioni della Mostra, i giornalisti cinematografici iscritti al Sindacato, accreditati alla 69.ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, hanno scelto di NON ASSEGNARE premi ai tre film italiani presenti in concorso orientandosi piuttosto sul cinema che promette nuovi sguardi anche nel segno di un significativo ricambio generazionale.
Il SNGCI, in un panorama interessante di autori anche tra i documentari e di interpreti al debutto sugli schermi, segnala per questo L’INTERVALLO di Leonardo Di Costanzo.
Premio Lanterna Magica: all’opera più vicina per tematiche e linguaggi al mondo giovanile contemporaneo.
Per la capacità di raccontare l’adolescenza prigioniera di situazioni sociali ed ambientali difficili, soprattutto nel confronto con il mondo degli adulti che sembra essere responsabile di gabbie e carceri non solo materiali.
L’opera, che rappresenta l’esordio alla regia di finzione per un professionista del documentario, si apprezza proprio per la cura posta nella restituzione del contesto sociale ed urbano degradato in cui la vicenda ha luogo e per la scelta della particolare location che, nella varietà degli spazi conchiusi, allude al labirintico percorso di riappropriazione di una adolescenza troppo presto abbandonata.
La narrazione, discreta e significativa e la fresca fisicità dei due giovani attori non professionisti, evoca il territorio del sogno come intervallo salvifico in un percorso esistenziale accidentato; una possibilità da cogliere per riscoprire le proprie emozioni, esprimere i propri desideri, riscattare la propria esistenza.
Premio FEDIC: all’opera che meglio rifletta l’autonomia creativa e la libertà espressiva dell’autore.
Per la rigorosa linearità narrativa e per come affronta in termini originali un grande dramma sociale attraverso l’incontro-scontro tra due adolescenti.

Correlati

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Terra poesia dei sensi

Ogni angolo di terra è poesia per gli occhi.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

El Mimo

Mimo la protesta colorata di sogni di riscossa

Susi Ciolella - avatar Susi Ciolella

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Feltrinelli.“Gli inganni di Pandora” di Eva Cantarella. Recensione

L’origine delle discriminazioni di genere nella Grecia antica.

Alessandra Rinaldi - avatar Alessandra Rinaldi

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]