Venerdì, 25 Ottobre 2013 14:55

Renzo Arbore e il suo American style

Scritto da
Rate this item
(0 votes)

NAPOLI  - In una Fnac affollata e transennata, proprio come i grandi concerti rock, si è tenuto l’incontro con Renzo Arbore. Lo showman, disk-jockey e musicista ha presentato nella sua Napoli il nuovo cd My American way, una raccolta “crooner” di quindici brani italiani e partenopei tradotti in inglese e con arrangiamenti eseguiti dagli Arboriginals.

Il cd in cofanetto e abbinato a una raccolta di brani dell’orchestra italiana è stato presentato ufficialmente qualche giorno fa a New York, all’Eataly, in occasione del Columbus Day. My American way, prodotto da Gazebo Giallo e Sony Music, oltre a contenere uno dei pezzi preferiti di Arbore “How wonderful to know”, ovvero ”Anema e core” vanta alcuni duetti come quelli con Isabella Rossellini ”The matress” (”Il materasso”) e ”A pretty love song” (”Non dimenticar le mie parole”). Malgrado Arbore e la sua Orchestra, mietano successi in giro per il mondo da circa ventitré anni cantando rigorosamente in napoletano, lo showman ha deciso di intraprendere questa lodevole impresa e di regalare a perle della musica italiana e napoletana una veste nuova e un successo inevitabile. Per il mercato estero, la possibilità di poter comprendere il testo è sicuramente una marcia in più, d’altronde basta cliccare sul web, e i siti per l’acquisto di musica di mezzo mondo già offrono la possibilità di acquistare il cd o i singoli brani.

La conversazione con Renzo, perché a Napoli così lo chiamano, si snoda tra ricordi video, sorrisi e battute con il pubblico in sala. A quest’appuntamento, infatti, non potevano mancare i colleghi dell’Orchestra Italiana (Massimo Volpe, Giovanni Imparato, Massimo Cecchetti) e neanche alcuni amici d’infanzia, o amici intimi che l’hanno sorpreso prendendolo per la gola e portandogli “‘O père e 'o musso”, un insieme di frattaglie bollite e servite fredde con sale e succo di limone. Una presentazione colorita e del tutto confidenziale, dove tra una domanda e l’altra del giornalista di La Repubblica Alfredo D'agnese, Arbore si lascia andare a ricordi personali e aneddoti, come l’incontro con Gabriella Ferri al suo arrivo nella città eterna, i concerti dell’Orchestra Italiana in paesini profondamente leghisti e il suo legame con l’american style e con gli States. Una passione quella con l’America nata proprio a Napoli, in calata San Marco, in un locale per soli americani, dove Arbore e alcuni suoi amici suonavano il jazz. Il poliedrico talento di Arbore è inarrestabile, sempre un passo avanti agli altri, e se prima la sua tv mandava in delirio le masse facendo schizzare l’auditel alle stelle, ora lo showman si dedica al suo web channel un progetto curato con Ugo Porcelli e la cui regia è affidata a Denis Gianniberti. Il Renzo Arbore Channel, oltre a presentare alcuni dei format e show realizzati dallo stesso Arbore nel corso degli anni, è una vetrina in cui saranno dati in pasto ai cybernauti chicche e pezzi di storia della cultura mondiale, un melting pot esplosivo in cui teatro, cinema, musica e danza si mescoleranno senza sosta per permettere soprattutto ai giovani di conoscere e arricchire il proprio background. Per chi ha meno dimestichezza con il web, continuano gli appuntamenti del sabato in seconda serata su Raiuno con “L’altra, la tv d’autore di Renzo Arbore”.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

Non è semplice farsi amare

Mi perdo in questo parlare di voci insolenti di me che sono il loro ultimo pensiero.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Un mondo scomparso

Contadini un mondo scomparso. I “contadini che siamo stati.”

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

L’Arte può salvare una vita? L’attivismo animalista nella pratica di Tiziana Per…

Abbiamo incontrato Tiziana Pers in occasione della mostra Caput Capitis II a cura di Pietro Gaglianò presso la aA29 Project Room a Caserta.

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Venezia 2019. Un libro su “I Cannibali”, un premio e un buon bicchiere di vino

Le donne del vino, UNIROMA3 e il Centro Studi di Psicologia dell'Arte e Psicoterapie Espressive per il Premio Gregorio Napoli 

Paola Dei -  Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI - avatar Paola Dei - Psicologo dell’Arte e Critico Cinematografico SNCCI

Venezia 76. Pre-apertura con Ecstasy e il primo nudo integrale

VENEZIA - Correva l’anno 1932, il cinema si stava affermando alla grande, le platee si allargavano a vista, ma non era tutto rose e fiori. Non mancavano i problemi: gli...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Sport

Serie A: il punto della situazione sul campionato 2018-2019

Facciamo una piccola considerazione sul campionato di serie A 2018-2019. All’inizio della stagione le famose griglie di partenza avevano molto fatto discutere, specialmente per via del fatto che il Napoli...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]