Sabato, 22 Febbraio 2014 15:32

Cassandra. Le donne nel mito, la profetessa violata

Scritto da
Rate this item
(3 votes)

“Da che commisi questa colpa, non persuadevo alcuno di nulla” [Agamennone, Eschilo, vv1212-15, tra. R. Cantarella]

Nel mito di Cassandra si intrecciano due percorsi tragici, il dramma delle troiane, che avviene all’ interno della comunità, ed il dramma personale della profetessa resa schiava da Agamennone e vittima di Clitemnestra. Omero cita solamente due volte il nome di Cassandra nell’ Iliade, non accennando mai direttamente al suo dono della preveggenza.“Cassandra, senza voti nuziali.”. [Iliade, Omero, libro III vv 366, traduzione G.Cerri]

“Ma Cassandra, bella come Afrodite d’ oro,

salita sulla rocca di Pergamo, vide suo padre

ritto sul carro, insieme all’ araldo banditore;

vide lui sopra i muli, composto nella bara;

ruppe allora in lamenti e lanciava il grido all’ intera città:

‘Venite a vedere Ettore, Troiani e Troiane, se mai godevate 

Di lui quand’ era vivo e tornava dalla battaglia,

perchè era una grande gioia per la città e per il popolo tutto!’”

[Iliade,Omero, libro XXIV vv 699-706, traduzione G.Cerri]

Ella incinta il popolo, dall’ alto delle mura, ad accogliere il corpo del fratello, finalmente, riscattato dal padre presso di Achille, colui che ha reciso il filo vitale di Ettore. Nell’ Odissea viene narrata, per bocca dell’ anima di Agamennone, la morte della profetessa.

“Sentii il grido doloroso della figlia di Priamo,

Cassandra: su di me Clitennestra esperta di inganni

La uccise.”

[Odissea, Omero, libro XI, vv 421-422]

E’ probabile che la capacità profetica di Cassandra sia stata inserita nel mito in era post omerica, poichè mai questa viene citata direttamente. 

La tragedia, invece, sfrutterà e sottilinerà spesso il suo dono.

Nell’ “Agamennone”, tragedia di Eschilo, Cassandra soffre per il dolore di sapere che nessuno le crederà mai, nonostante la veridicit’ dei suoi vaticini. E’ un peso incredibile che porta con la dignità propria del suo rango, consapevole che il suo dono altro non è che una condanna.

“Apollo, Apollo, dio delle strade

Distruttore mio,

per la seconda volta a fondo mi hai distrutta.”

[Agamennone, Eschilo, vv 1081-82, traduzione R. Cantarella]

Per enfatizzare questi versi, Eschilo usa un gioco etimologico riconducendo il nome del dio con il verbo ‘apollumi’, cioè distruggere. A Cassandra non è stata solo distrutta la sua dimensione esterna, bruciata Ilio e uccisa la sua famiglia, presto lei sarà privata della sua stessa vita, ed anche se parlasse nessuno le crederebbe. Ed è proprio a ferirla più di tutto.

Cassandra però non è solamente vittima di questo destino, Apollo è un nemico che la punisce, poichè ella si ribellò e si negò al dio.

“Ecco io saluto le porte dell’ Ade: e prego di ricevere

Colpo mortale, perchè senza sussulti, mentre in placida

Morte fluisce il sangue, io chiuda gli occhi.”.

[Agamennone, Eschilo, vv 1290-93, traduzione R. Cantarella]

Mentre ella varca la soglia della reggia di Agamennone le viene profetizzato il suo drammatico futuro. Si augura una morte dolce, consapevole di andare incontro all’ altare sacrificale, priva di colpe, se non quella di possedere un dono, in quel momento, inutile.

Il coro della tragedia capisce subito che Cassandra è una donna saggia e sofferente.

“O donna molto sventurata invero e pur sapiente assai,

molto ti allungasti. Ma se veramente conosci il tuo destino, perchè, a guida di giovenca, spinta da un dio,

arditamente muovi verso l’ altare?”

[Agamennone, Eschilo, vv 1295-99, traduzione R. Cantarella]

La parola saggia di Cassandra non verrà mai creduta da nessuno, il che farà si che questa non sia più parola veritiera, quindi priva della capacità di convincere, pregio inestimabile per gli abitanti della polis greca. Ciò porterà la profetessa ad un totale isolamento, chiusa nel sapere cosa l’ attende. Ella è  la figura antitetica di Clitennestra, esperta di inganni, il cui discorso convincente e menzognero ha potere sugli altri. Cassandra è quindi simbolo del discorso pubblico prima rifiutato e poi riconosciuto come veritiero.

Nella tragedia di Euripide, le “Troiane”, il rapporto tra la fanciulla ed Apollo è completamente differente. Il dio la protegge e tutta l’ ira della profetessa è concentrata su Agamennone, il quale è invaso da un insano desiderio carnale nei confronti della fanciulla. Cassandra è vittima di uomini senza pudore, tracotanti, che non rispettano la sacerdotessa nel tempio, peccando così di hybris.

Agamennone pagherà per aver preso come concubina una vergine, votata al matrimonio con il dio, e allo stesso modo pagherà Aiace, che per quanto viene inteso, riesce a violentare Cassandra, nel tempio di Atena venendo così meno al diritto di di asilo. Il rapimento e l’ oltraggio saranno fatali, sia per Agamennone che per Aiace, proprio come lo fu il ratto di Elena per tutti i troiani.

La veggenza non creduta della profetessa ha ispirato, con il nome di ‘sindrome di Cassandra’, una patologia che porta a formulare, sistematicamente, previsioni avverse circa il proprio o l’ altrui futuro. La figura tragica della principessa troiana si muove sul confine che separa gli uomini dagli dei.

Ella stessa è rappresentativo di un ossimoro: è vittima e vendicatrice, nell’ accettazione e nella ribellione, nelle verità e nell’ inganno, nell’ appartenenza e nell’ emarginazione. Cassandra è dunque una figura paradigmatica, poichè racchiude in sè, e nella sua sorte, tutte le voci femminili della tragedia greca.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Cerca nel sito

Poesia

Ragazza di vita

Bellissima...  abitava nel suo corpo puro ma in egual tempo ingombrante nella sua sensuale pienezza. 

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

300X300-MICHELANGELO - artemagazine.jpg

Romanzi e racconti

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Procida, terra e mare. La storia di Gioconda

Gioconda guarda il mare. Dietro di sé la porta verde di casa, a sinistra il sentiero che porta al faro e agli orti, a destra la via che va al...

Francesco Pettinari - avatar Francesco Pettinari

LAB.jpg

ITC.jpg

Speech Art

Quattro voci per una Biennale. Speciale Speech Art Venezia 2019

In occasione dell’ultimo week end di apertura della 58ma Esposizione Internazionale d’Arte – la Biennale di Venezia, ci poniamo alcune domande tentando una veloce analisi del progetto curatoriale di Ralph...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Cannes 77. Tutti premi della Cinéfondation

Cannes 77. Tutti premi della Cinéfondation

La giuria dei cortometraggi e della Cinéfondation composta da Damien Bonnard, Rachid Bouchareb, Claire Burger, Charles Gillibert, Dea Kulumbegashvili et Céline Sallette,  ha assegnato sulla scena del Grand Théâtre Lumière...

Redazione - avatar Redazione

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Storie di ordinaria follia da emergenza coronavirus

Colta al volo nella fila davanti alla posta: “Mio marito non vuole andare al compleanno dei nipotini perché – dice- per soffiare sulle candeline i bambini senza mascherina spargono il...

Sandro Marucci - avatar Sandro Marucci

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale per la nostra sicure…

Con la pandemia il laboratorio gioca un ruolo fondamentale  per la nostra sicurezza

Nell’era pandemica che stiamo vivendo i laboratori scientifici (laboratori di prova e medici in particolare), si sono rivelati un riferimento fondamentale per mettere in campo nuove soluzioni per individuare, diagnosticare...

Alessandro Ambrosin - avatar Alessandro Ambrosin

Sport

Lazio e Roma protagoniste in Europa: che stagione può essere?

Lazio e Roma protagoniste in Europa: che stagione può essere?

Lazio e Roma stanno dimostrando di poter essere grandi protagoniste sia in Italia che in Europa.

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]