Venerdì, 13 Giugno 2014 11:59

Tornano in classifica i Led Zeppelin

Scritto da
Rate this item
(1 Vote)

I primi tre album rimasterizzati sono entrati nelle top ten di tutto il mondo

ROMA - Il dirigibile torna a volare maestosamente. Le attese ristampe rimasterizzate dei primi tre album dei Led Zeppelin sono entrate nella prima settimana della loro pubblicazione nelle top ten di tutto il mondo. Un successo straordinario se si pensa che si tratta di dischi che furono incisi tra il 1968 e il 1970. Dal momento della loro pubblicazione “Led Zeppelin I” ha venduto oltre 14 milioni di copie (uno degli album di debutto di maggior successo della storia), il secondo circa 18 milioni e il terzo poco meno di 12 milioni di dischi).

La cosa che colpisce è che il gruppo di Jimmy Page, ufficialmente sciolto dal settembre del 1980, è ancora molto amato da diverse generazioni. Il concerto del 10 dicembre del 2007 alla “02 Arena” di Londra, (l’ultima esibizione del gruppo con Jason, figlio del defunto John Bonham) è stato un vero e proprio trionfo.

La pubblicazione dei primi album che include anche un secondo cd con brani inediti rappresenta la band nel suo periodo di maggior vena creativa. Le composizioni spaziavano dal blues elettrico, al rock duro sino al folk acustico. Led Zeppelin I, uscito nel gennaio del 1969, conteneva brani storici come la psichedelica “Dazed and Confused”, la ballata acustica “Babe i’m gonna leave you” e il solo acustico orientaleggiante “Black Montain side”. Il debutto del gruppo capitanato da Jimmy Page, era la risposta britannica al blues sanguigno dello statunitense Jimi Hendrix. 

Lo stesso Page entrava di diritto come uno dei chitarristi più influenti e innovativi del panorama rock mondiale.

Il secondo Album, più maturo sia nelle composizioni che per gli arrangiamenti, segnò la definitiva consacrazione internazionale dei Led Zeppelin. I riff di chitarra di “Whole lotta love” e di “Heartbreaker” sono dei veri e propri classici del rock di ogni tempo. Con questo disco Jimmy Page pone le basi per la creazione di un suono, di un genere che traeva le radici dal blues nero e dal rock’n’roll bianco di Elvis Presley. Nel disco spicca la romantica “Thank you”, un momento intimista caratterizzato dalla presenza dell’organo Hammond di Jones e da un bel solo di chitarra acustica di Page.

Con il terzo album, il gruppo cambiò decisamente il registro musicale. Soprattutto nella seconda facciata sono numerosi i brani acustici e folk, in cui emerge l’amore di Page e Plant per le atmosfere più romantiche. Il disco all’epoca fu criticato proprio per il coraggio del gruppo di cambiare genere e sonorità. “Since i’ve been loving you” rimane probabilmente il miglior brano blues composto dal gruppo, “Friends” colpisce per l’arrangiamento di archi scritto da John Paul Jones e “Tangerine” e That’s the way” sono due splendide perle acustiche in cui la band conferma l’amore per il patrimonio folk anglosassone.

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

La cultura dentro e fuori l’Accademia. Intervista a Julia Draganović

Abbiamo incontrato la neodirettrice di Villa Massimo, Accademia tedesca a Roma. Con lei abbiamo parlato di promozione culturale, del senso della Istituzione che guida e di come la cultura sia...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]