Lunedì, 07 Luglio 2014 17:44

One Direction. Al top come un treno in corsa, ma il talento rivoluzionario?

Scritto da
Rate this item
(4 votes)

ROMA - E’ inutile dire che gli One Direction sono il fenomeno musicale degli ultimi anni. Niall Horan, Zayn Malik, Liam Payne, Harry Styles e Louis Tomlinson, erano cinque normali ragazzi inglesi quando si sono presentati alle audizioni di X-Factor UK, guadagnandosi il plauso del pubblico e i complimenti dei giudici.

E proprio ai giudici del noto talent-show è venuta l’idea di farli cantare insieme, ignari che quella band avrebbe riscosso un successo planetario con record di vendite di dischi e sold-out ad ogni tappa dei loro tour: basta guardare i recenti concerti di Milano e Torino. Si tratta di un exploit arrivato quasi per caso, inaspettato. Gli One Direction non sono la solita band che, prima di diventare famosa, si esibiva nei pub e componeva musica nei garage. Insomma, non hanno avuto bisogno di fare gavetta perché sono arrivati al top come un treno in corsa a velocità spaventosa e, prima ancora che potessero rendersene conto, erano idoli di tutte le teenagers. Immaginate cosa può significare per degli adolescenti, provenienti da cittadine dislocate nelle campagne inglesi e irlandesi, ritrovarsi da un giorno all’altro assediati da milioni di fan scatenate che li seguono in ogni spostamento. La loro deve essere una vita stressante e non invidiabile, o almeno non per chi  non è abituato ai riflettori e ci tiene che  la privacy non diventi di dominio pubblico, alla mercè di paparazzi che farebbero di tutto per sbattere una foto in prima pagina, anche a costo di immortalarti stecchito o accartocciato in un’automobile, nel disperato tentativo di sfuggire alla loro famelica ossessione di scoop per vendere. 

Ciò detto,  su cosa si basa quel successo che molti si ostinano a paragonare a quello dei Beatles e dei Rolling Stones, band che hanno fatto la storia della musica?

Il loro appeal non poggia sul talento, senza presumere ovviamente che gli One Direction non facciano  storia o non durino, dal momento che di Eros Ramazzotti e Jovanotti si era detto non sarebbero vissuti a lungo e invece oggi sono considerati tra i migliori cantautori italiani. Ma, oggettivamente, tra gli One Direction non c’è nessuno che sappia suonare la chitarra come Jimi Hendrix, come Carlos Santana, come Brian May e nessuno di loro eccelle per particolari doti canore. Hanno voci orecchiabili, tutto qua. Non siamo davanti ai nuovi Elvis Presley. Quindi sono una boy band al pari dei Take That o dei Blue, ma senza il carisma e la rivoluzione dei Beatles e dei Rolling Stones, almeno non per il momento. Non vogliamo sfotterli o sottovalutarli, anzi. Sono stimabili per quello che sono riusciti a fare senza montarsi la testa: sono giovani, piacciono alle ragazze, i testi delle loro canzoni, seppur a tratti banali e scontati, affrontano problematiche tipiche degli adolescenti, la musica non è di qualità ma colpisce e, nel loro essere commerciali, riescono a trasmettere spensieratezza, gioia di vivere e anche desiderio di trasgressione; tanto più che non ricorrono a look eccentrici, degni delle vere rockstar,  ma mantengono  la loro aria da bravi ragazzi,  dall’indole sensibile e romantica. 

Correlati

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

LAB.jpg

ITC.jpg

SIAMO.jpg

Cerca nel sito

300x300.jpg

Poesia

La fragile follia

In noi è la visione dell’essere la follia… Le fragili ragioni del cuore un mondo perduto in silenzi in lacrime nell’indifferenza.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Madre ti troverò

Sento la tua voce tra le foglie del melo son piene di sapore calore…racchiudono sospiri da tanto trattenuti.

Mirella Narducci - avatar Mirella Narducci

Musica. Note fuori le righe

I fiori di J.S. Bach

Preludi costruiti per presentare un tema noto in fuga, le toccate per organo di J.S.Bach sono vere e proprie “introduzioni” o “intonazioni” improvvisate, composte per il piacere di suonare a...

Paolo De Matthaeis - avatar Paolo De Matthaeis

Speech Art

La cultura dentro e fuori l’Accademia. Intervista a Julia Draganović

Abbiamo incontrato la neodirettrice di Villa Massimo, Accademia tedesca a Roma. Con lei abbiamo parlato di promozione culturale, del senso della Istituzione che guida e di come la cultura sia...

   Federica La Paglia   - avatar Federica La Paglia

Festival di Cannes

Arriva da Cannes Tesnota (Closeness) del pluripreamiato Kantemir Balagov

E’ oggi sugli schermi italiani il film che a Cannes ha rivelato a Kantemir Balagov, Tesnota (Closeness.) Con uno stile molto personale fatto di silenzi e primi piani, Balagov in...

Bruna Alasia - avatar Bruna Alasia

Coaching Cafè

Coaching: cosa potenzia le probabilità di superare una sfida personale?

Se stai leggendo queste poche righe, forse è perché stai riponendo attenzione a tematiche legate alla crescita personale, forse ti stai ponendo un nuovo obiettivo, forse stai pensando di attuare...

Caterina Carbonardi - avatar Caterina Carbonardi

L'angolo dei classici

Opinioni

Sinergie nella «Silicon Valley italiana». A Roma un nuovo «polo aggregativo» tr…

La Formazione Professionale incontra il mondo scolastico,  imprenditoriale, ecclesiale, sindacale e politico

Greta Crea - avatar Greta Crea

"Le parole ribelli" di Susi Ciolella. Recensione

Strofe precise che pesano come pietre ma che trasudano di grande umanità. Sono quelle di Susi Ciolella che esce con il suo secondo libro di poesie, dal titolo “Le parole ribelli”...

Sara De Leonardis - avatar Sara De Leonardis

Sport

Il punto della situazione dopo le prime giornate per il campionato di serie A

Le prime giornate di campionato ci mostrano quali sono state le squadre che si sono comportate meglio, sia per qualità di gioco, sia per capacità di rimonta e di portare...

Redazione - avatar Redazione

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 1/2011 del 27/01/2011
Direttore responsabile Alessandro Ambrosin Redazione +39 338 4911077
per info scrivi a: [email protected]